domenica 04 dicembre | 09:22
pubblicato il 31/ott/2011 17:41

Pizza anti-casta a Napoli, da Sorbillo conto salato per politici

D'Antoni (Pd) ha pagato 100 euro, dati in beneficienza

Pizza anti-casta a Napoli, da Sorbillo conto salato per politici

Conto salato a Napoli per la pizza: agli esponenti della "casta" il piatto principe della cucina partenopea viene fatto pagare molto caro. L'idea di applicare tariffe speciali rincarate per deputati e senatori è venuta a Gino Sorbillo, titolare di una delle più blasonate pizzerie nel centro storico di Napoli.Sergio D'Antoni, parlamentare Pd, è il primo onorevole a pagare la pizza a prezzo maggiorato. Tra i promotori della pizza anti-casta il commissario regionale campano dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli. Questa vicenda dimostra che se il popolo vuole, la casta paga conclude Borrelli.

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari