domenica 19 febbraio | 20:17
pubblicato il 31/ott/2011 17:41

Pizza anti-casta a Napoli, da Sorbillo conto salato per politici

D'Antoni (Pd) ha pagato 100 euro, dati in beneficienza

Pizza anti-casta a Napoli, da Sorbillo conto salato per politici

Conto salato a Napoli per la pizza: agli esponenti della "casta" il piatto principe della cucina partenopea viene fatto pagare molto caro. L'idea di applicare tariffe speciali rincarate per deputati e senatori è venuta a Gino Sorbillo, titolare di una delle più blasonate pizzerie nel centro storico di Napoli.Sergio D'Antoni, parlamentare Pd, è il primo onorevole a pagare la pizza a prezzo maggiorato. Tra i promotori della pizza anti-casta il commissario regionale campano dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli. Questa vicenda dimostra che se il popolo vuole, la casta paga conclude Borrelli.

Gli articoli più letti
Terremoti
A Norcia consegnate le chiavi delle prime casette post-sisma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia