giovedì 08 dicembre | 19:17
pubblicato il 22/ott/2012 16:30

Pisa, funghi velenosi, trapiantato fegato a madre donna morta

Accertamenti per valutare le condizioni degli altri organi

Pisa, funghi velenosi, trapiantato fegato a madre donna morta

Firenze, 22 ott. (askanews) - E' riuscito il trapianto di fegato da Luisa Trombetta, 59 anni, ricoverata in gravissime condizioni all'ospedale di Pisa, per aver mangiato gli amanita, i funghi tossici colti dalla figlia, Simonetta Di Ruscio, 40 anni. Fonti sanitarie spiegano che è necessario attendere la reazione dell'organismo al trapianto e, soprattutto, che altri organi vitali non siano stati danneggiati dall'intossicazione. E' stato anche precisato che il primo della famiglia a essere ricoverato ad arrivare al pronto soccorso è stato il padre di Simonetta, per il quale si è capito subito che non c'era niente da fare. La donna invece è morta un'ora prima che arrivasse il fegato destinato al trapianto per lei. Migliorano le condizioni del figlio di Simonetta, di 12 anni. L'altro figlio, di 7 anni, non ha mangiato i funghi, nella cena tenuta a casa dei nonni, mercoledì sera. Simonetta era separata dal marito.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Immigrati
A Pozzallo sbarcati 573 migranti: duecento soccorsi in ipotermia
Papa
Papa: prego per bambini, famiglie che fanno fatica e lavoratori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni