domenica 04 dicembre | 19:42
pubblicato il 25/nov/2011 18:32

Pirati/ Armatori D'Amato: equipaggio sta bene, ma stiamo cauti

Comandante Miccio: Nave ancora non messa in sicurezza

Pirati/ Armatori D'Amato: equipaggio sta bene, ma stiamo cauti

Napoli, 25 nov. (askanews) - C'è cauto ottimismo da parte della compagnia armatrice 'perseveranza spa' di Navigazione Napoli, proprietaria della nave cargo Rosalia D'Amato, in merito alla liberazione dei 21 ostaggi che, dal 21 aprile scorso, sono in mano ad un gruppo di pirati a largo della Somalia. Il comandante Carlo Miccio, contattato da Tmnews, ha raccontato di aver parlato telefonicamente con il comandante della Rosalia D'Amato, Orazio Lanza, il quale ha riferito che tutto l'equipaggio sta bene. "Stiamo seguendo le fasi della liberazione molto da vicino, in constante contatto con la farnesina - ha spiegato Miccio - la nave è attualmente ancora in acque pericolose. Stiamo lavorando per mettere in sicurezza il cargo e l'equipaggio. Siamo cauti perché è una situazione molto difficile". Miccio ha poi spiegato che la Rosalia D'Amato, anche in queste ultime ore, non ha mai lasciato la posizione nella quale si è trovata fin dalla scorsa primavera quando fu presa ad ostaggio dai pirati. Anche se non in possesso di notizie precise, il comandante Miccio ha spiegato che è molto plausibile la possibilità che i pirati abbiano abbandonato la nave.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari