martedì 28 febbraio | 14:26
pubblicato il 14/feb/2014 13:33

Pil: Cia, agricoltura torna al segno piu', nonostante costi e maltempo

(ASCA) - Roma, 14 feb 2014 - ''Il Pil italiano cresce dello 0,1 per cento congiunturale nell'ultimo trimestre dell'anno e l'agricoltura, insieme all'industria, e' il comparto che ha contribuito alla ''conquista' di quello che e' il primo segno piu' dal lontano 2011. Il settore primario e' riuscito quindi a invertire la tendenza negativa segnata nei due trimestri precedenti, quando soprattutto i danni causati dal maltempo hanno causato una flessione dell'attivita' nell'ordine del -1,6 per cento''. Lo afferma il presidente della Cia-Confederazione italiana agricoltori, Giuseppe Politi, in merito alle stime preliminari del Prodotto interno lordo diffuse dall'Istat.

''A dispetto di tutti i problemi che continuano a pesare sul settore, dall'andamento climatico sfavorevole agli alti costi di produzione alla burocrazia ''elefantiaca', l'agricoltura nel 2013 e' comunque riuscita a garantire produttivita' e lavoro, spesso in controtendenza rispetto all'andamento generale -ricorda Politi-. In una fase di crisi nera per i consumi alimentari (-4 per cento), il settore ha trainato l'export ''made in Italy', incrementando le vendite oltre confine di cibo e bevande del 6 per cento circa, per un valore di oltre 34 miliardi di euro a fine anno''. In piu' ''ha aperto nuovi sbocchi d'impresa anche per le categorie piu' deboli, come i giovani. Delle 11.485 nuove imprese agricole nate nel 2013, infatti, oltre il 17 per cento ha un titolare di eta' inferiore ai 30 anni''.

''Per tutti questi motivi -conclude il presidente della Cia- chiediamo alla politica di investire davvero sull'agricoltura, dopo averla lasciata nell'angolo per anni, perche' puo' rappresentare sul serio un volano per la ripresa del Paese. Un assunto ancora piu' vero in vista di Expo 2015, che mettera' al centro della scena proprio il cibo, nelle sue accezioni piu' diverse (sicurezza alimentare, qualita' e tradizione agricola, innovazione e biodiversita'), diventando un ulteriore fattore di accelerazione economica per l'Italia e le sue imprese''. res/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Droga
Maxi operazione antidroga allo Zen di Palermo: 24 arresti
Maltempo
Allerta Protezione civile: pioggia e venti forti al Centro-Nord
Terremoti
Sisma Centro Italia, Errani: grandissimo rischio spopolamento
Firenze
Spari a auto dell'imprenditore amico di Renzi, 2 arresti a Firenze
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ricerca, nanocubi per la diagnosi precoce di Alzheimer e Parkinson
Motori
La Turbo S E-Hybrid diventa modello più potente Porsche Panamera
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Favara: apre l'Alba Palace: quattro stelle di cultura e tradizione
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Spazio, ExoMars: Tgo si prepara a nuovi test degli strumenti
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech