sabato 03 dicembre | 15:30
pubblicato il 08/mar/2013 19:18

Piemonte: Procura Novara raddoppia pool di indagine su caso Giordano

(ASCA) - Torino, 8 mar - La procura di Novara stringe i tempi sull'inchiesta che coinvolge l'ex assessore regionale Massimo Giordano, indagato per concussione e corruzione. A quanto riferiscono fonti vicine alla procura di Novara altri due sostituti procuratori avrebbero affiancato i due pm che gia' conducono l'inchiesta, Nicola Serianni e Olimpia Bossi. Si tratta, in sostanza, della maggioranza dei magistrati inquirenti della procura guidata da Francesco Saluzzo, che ha al suo attivo 7 sostituti in tutto. Un segno probabilmente del fatto che la procura novarese intende accelerare, dopo le perquisizioni eseguite a ridosso delle elezioni nella casa di Giordano e negli uffici della Regione, per arrivare alla conclusione delle indagini in tempi brevi. L'inchiesta si compone di cinque filoni.

eg/mar/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari