venerdì 24 febbraio | 19:19
pubblicato il 29/nov/2012 09:53

Piemonte, corruzione sul bollo auto regionale: 15 arresti

Nei guai funzionari pubblici e privati anche di Veneto e Campania

Piemonte, corruzione sul bollo auto regionale: 15 arresti

Torino, 29 nov. (askanews) - I carabinieri del Comando provinciale di Torino stanno eseguendo da questa mattina quindici ordinanze di custodia cautelare emesse dal gip Giuseppe Salerno su richiesta del pm Giancarlo Avenati Bassi tra Piemonte, Veneto e Campania. Si tratta di un'operazione scaturita da una indagine sulla corruzione nella Regione Piemonte. Nel mirino di Procura e carabinieri 15 persone fra funzionari pubblici e dirigenti di società private che si occupano della riscossione della tassa automobilistica regionale: i reati contestati sono associazione per delinquere, corruzione, concussione e turbativa d'asta. Le società ottenevano l'appalto per la riscossione delle tasse senza una regolare gara ad evidenza pubblica, grazie a funzionari regionali compiacenti.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Roma
Roma, truffe con falsi incidenti: arrestati 6 medici e 2 avvocati
Napoli
Napoli, assenteismo ospedale Loreto Mare: 94 indagati, 55 arresti
Campidoglio
Roma, Raggi in ospedale per controlli dopo un lieve malore
Campidoglio
Roma, medici: Raggi in netto miglioramento, si valuta uscita
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech