martedì 24 gennaio | 02:51
pubblicato il 10/set/2012 17:33

Piccolo/ Samuele e famigliari chiedono libertà, pm verso il sì

Decisione gip entro la prossima settimana

Piccolo/ Samuele e famigliari chiedono libertà, pm verso il sì

Roma, 10 set. (askanews) - La Procura di Roma è favorevole ad una sostanziale attenuazione delle misure cautelari a cui sono sottoposti l'ex vice presidente del consiglio comunale della Capitale, Samuele Piccolo, ed i suoi famigliari oggetto di una ordinanza di custodia eseguita nel luglio scorso per reati fiscali e accuse di associazione a delinquere, finanziamento illecito. Samuele, che è agli arresti domiciliari, così come il padre e altre 4 persone, potrebbe quindi tornare libero od essere tenuto ad un obbligo di firma o dimora. In ogni caso bisognerà attendere la decisione del gip e quasi certamente il responso del giudice, una volta ricevuta l'istanza che è stata formalizzata dai difensori, potrebbe arrivare già entro la prossima settimana. Il fratello maggiore di Samuele, Massimiliano, che è ritenuto dai magistrati "capo, organizzatore e promotore" dell'associazione a delinquere, potrebbe invece essere posto "almeno" ai domiciliari. La condizione che i pubblici ministeri Paolo Ielo, Barbara Sargenti e Mario Palazzi, hanno posto ai legali della famiglia Piccolo, è comunque la restituzione di una parte sostanziale di quanto evaso dal fisco. Vista anche la situazione finanziaria di deficit in cui versano le società della galassia che fa riferimento ai Piccolo, un approfondito piano di rientro sarebbe stato al centro del lavoro dei legali e consulenti di parte nelle ultime settimane. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori della Guardia di finanza, nucleo di polizia tributaria e dagli ispettori dell'ufficio centrale antifrode dell'Agenzia delle entrate, il fatturato presunto delle società dovrebbe essere di oltre un miliardo di euro. Per questo l'eventuale risarcimento all'Agenzia delle entrate dovrà essere ritenuto "congruo", prima del via libera ad eventuali riti alternativi per cercare di risolvere la questione che ha già portato Samuele Piccolo a lasciare lo scranno conquistato in Campidoglio con il massimo numero di preferenze nell'ultima tornata elettorale.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Stop alla caccia di tordi e beccacce
Stop alla caccia di tordi e beccacce, appello delle associazioni
Rigopiano
Hotel Rigopiano, bilancio sale a 7 vittime: ancora 22 i dispersi
Maltempo
Maltempo, Sicilia in ginocchio: un morto nel Palermitano
Campidoglio
Roma, riparte maratona bilancio. Ok a emendamenti Giunta Raggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4