venerdì 09 dicembre | 05:59
pubblicato il 12/dic/2014 11:38

Piazza Fontana 45 anni dopo, una strage e i suoi misteri

L'Italia della strategia della tensione e le ferite di Milano

Piazza Fontana 45 anni dopo, una strage e i suoi misteri

Milano (Askanews) - 12 dicembre 1969, Milano. Una bomba esplode, alle 16.37 nella sede della Banca Nazionale dell'Agricoltura di Piazza Fontana. Diciassette persone morte e 88 ferite. Una strage che inaugurò il periodo più buio della storia della Repubblica italiana, contrassegnato dalla strategia della tensione e sfociato negli Anni di piombo. Un evento che è diventato anche simbolo dei molti, forse troppi, misteri del nostro Paese e che ha ispirato, nella sua drammaticità, il cinema e l'arte, che si sono presi la reponsabilità di provare a dare quelle risposte che la verità ufficiale ha faticato a raggiungere. Nel 2005 la Cassazione ha stabilito le responsabilità degli estremisti di destra di Ordine nuovo, peraltro assolti da un altro tribunale.

Quarantacinque anni dopo Milano sente ancora bruciare la ferita di quell'attentato, che ha segnato la storia e le coscienze di almeno tre generazioni di italiani.

Gli articoli più letti
Immigrati
A Pozzallo sbarcati 573 migranti: duecento soccorsi in ipotermia
Papa
Papa: prego per bambini, famiglie che fanno fatica e lavoratori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni