lunedì 27 febbraio | 15:56
pubblicato il 04/giu/2011 12:44

Piacenza, sfruttavano prostitute nigeriane: otto arresti

Costrette per pagare il debito con l'organizzazione

Piacenza, sfruttavano prostitute nigeriane: otto arresti

Reclutavano donne in Nigeria per costringerle a prostituirsi in Italia, poi le accompagnavano in Libia, da dove venivano imbarcate per Lampedusa: la polizia di Piacenza, in collaborazione con la questura di Teramo, la polizia stradale di Ascoli Piceno e il commissariato di Crema, ha eseguito 8 ordinanze di custodia cautelare per tratta, riduzione in schiavitù e favoreggiamento all'immigrazione clandestina e per agevolazione della prostituzione. Le donne dovevano saldare il debito con l'organizzazione criminale e se tentavano di fuggire venivano picchiate: una ragazza è stata sfregiata in viso. Misure cautelari anche per due tassisti che accompagnavano le prostitute sui luoghi di esercizio e le riaccompagnavano a casa in cambio di soldi. stato catturato un latitante che, insieme a un'indagata, aveva creato punti di raccolta di valuta da mandare in Nigeria con canali non ufficiali.

Gli articoli più letti
Biotestamento
Dj Fabo in Svizzera, visite mediche per decidere l'eutanasia
Criminalità
Rapine ed estorsioni a Napoli, 47 misure cautelari
Biotestamento
Marco Cappato: Fabo è morto alle 11.40
Campidoglio
Roma, Colomban: progetto taglio partecipate senza licenziamenti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Specie a rischio, dalla genetica molecolare un aiuto per salvarle
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech