domenica 04 dicembre | 14:03
pubblicato il 28/set/2011 10:44

Pesaro, maxi sequestro di monete antiche per 3 milioni

Operazione della Gdf partita da un monitoraggio Internet

Pesaro, maxi sequestro di monete antiche per 3 milioni

Un'indagine nata tenendo sotto controllo i siti Internet che mettevano in vendita monete antiche e ogetti da collezionare ha permesso il recupero di 1.801 reperti archeologici tra cui cui monete, anfore, documenti storici e altro materiale. Il tutto per un valore di circa tre milioni di euro.Il recupero dei beni è stato messo a segno dal nucleo di polizia tributaria della guardia di finanza di Pesaro, nell'ambito dell'operazione Nummus.Sette le perquisizioni effettuate a Pesaro, Urbino, Fano, Tavullia, Gabicce Mare e Cattolica. I finanzieri di Pesaro hanno ricostruito il traffico dopo aver accertato che una persona, che risultava dichiarare circa 18.000 euro di reddito, in realtà in un anno aveva incassato quasi 700.000 euro vendendo monete attraverso eBay e incassando i pagamenti con postepay.

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari