sabato 25 febbraio | 14:39
pubblicato il 28/set/2011 10:44

Pesaro, maxi sequestro di monete antiche per 3 milioni

Operazione della Gdf partita da un monitoraggio Internet

Pesaro, maxi sequestro di monete antiche per 3 milioni

Un'indagine nata tenendo sotto controllo i siti Internet che mettevano in vendita monete antiche e ogetti da collezionare ha permesso il recupero di 1.801 reperti archeologici tra cui cui monete, anfore, documenti storici e altro materiale. Il tutto per un valore di circa tre milioni di euro.Il recupero dei beni è stato messo a segno dal nucleo di polizia tributaria della guardia di finanza di Pesaro, nell'ambito dell'operazione Nummus.Sette le perquisizioni effettuate a Pesaro, Urbino, Fano, Tavullia, Gabicce Mare e Cattolica. I finanzieri di Pesaro hanno ricostruito il traffico dopo aver accertato che una persona, che risultava dichiarare circa 18.000 euro di reddito, in realtà in un anno aveva incassato quasi 700.000 euro vendendo monete attraverso eBay e incassando i pagamenti con postepay.

Gli articoli più letti
Salute
A Giulio Maira il premio Raffaele Marinosci per la Medicina
Cucchi
Cucchi: sospesi da servizio tre carabinieri accusati di omicidio
Papa
Papa: rischiamo una grande guerra mondiale per l'acqua
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech