domenica 26 febbraio | 13:53
pubblicato il 04/ott/2011 11:08

Perugia il giorno dopo, la città torna alla normalità

Dopo la sentenza Meredith smobilita il circo dei media

Perugia il giorno dopo, la città torna alla normalità

Gli strilli a tutta pagina dei quotidiani locali annunciano, ai pochi perugini che la notte prima non erano in piazza, l'assoluzione di Amanda Knox e Raffaele Sollecito. Secondo la Corte d'Appello umbra non sono loro i responsabili dell'omicidio di Meredith Kercher. Dopo l'indignazione, ora Perugia cerca comunque di tornare alla normalità, e di riprendere la vita di tutti i giorni. Le centinaia di giornalisti accorsi qui per la sentenza stanno lasciando la città e anche le troupe televisive, con i loro satelliti ancora posizionati davanti al tribunale, stanno cominciando a smobilitare. La sensazione è che, al di là della rabbia per una decisione dei giudici che a molti è apparsa "vergognosa", i perugini desiderino tornare alla normalità, meglio se lontano dai riflettori delle tv, e godersi un autunno che, nelle campagne umbre continua ad assomigliare molto all'estate.

Gli articoli più letti
Roma
Spari davanti a discoteca di Roma: un fermato e un denunciato
Maltempo
Allerta temporali su Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia
Terrorismo
Isis, espulsi 2 tunisini: uno era tra i contatti di Amri
Papa
Papa ai parroci: siate vicini ai giovani che scelgono di convivere
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech