lunedì 05 dicembre | 22:05
pubblicato il 13/nov/2012 15:19

Pensionato irrompe in conferenza con Fornero minacciando suicidio

Le consegna una lettera, suo figlio è precario

Pensionato irrompe in conferenza con Fornero minacciando suicidio

Napoli, 13 nov. (askanews) - "Se non prende la mia lettera mi taglio le vene con questo pezzo di vetro". Così, parlando in stretto dialetto napoletano, un uomo sulla sessantina ha fatto irruzione nel corso della conferenza italo-tedesca a Napoli durante l'intervento del ministro del Lavoro Elsa Fornero. L'anziano aveva in mano una serie di lettere tra cui una missiva da consegnare proprio al ministro: "mio figlio ha 25 anni, non ha un lavoro e non sa più come fare", ha aggiunto. Gli uomini della sicurezza l'hanno prontamente fermato togliendogli dalle mani un pezzo di vetro con il quale ha minacciato di tagliarsi le vene. Intanto il ministro ha detto: "Datemi la lettera. La leggerò". L'uomo è stato poi portato fuori dalla sala e il ministro ha concluso dopo aver avuto la missiva: "La leggerò anche se il mittente è Maria".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Allerta maltempo: temporali sulle due Isole e sulla Calabria
Immigrati
Guardia costiera: salvati 231 migranti nel Mediterraneo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari