venerdì 09 dicembre | 09:21
pubblicato il 02/mag/2014 12:00

Pelù rincara la dose e attacca ancora: Renzi è un bugiardo

Non si placa la polemica aperta dal rocker durante il Concertone

Pelù rincara la dose e attacca ancora: Renzi è un bugiardo

Roma, 2 mag. (askanews) - Il rocker Piero Pelù rincara la dose e su Facebook attacca ancora: "Renzi è un bugiardo". Dopo le parole dal palco del Concertone del primo maggio in piazza San Giovanni a Roma, "Renzi boy scout di Gelli, non vogliamo elemosine da 80 euro, vogliamo lavoro - è insorto il Pd con alcuni esponenti democratici, tra cui Francesco Nicodemo, il responsabile comunicazione di via del Nazareno, poi Giampiero Giulietti, Pina Picierno. Il diretto interessato, il premier Renzi tace. Ma la polemica ha continuato a crescere sul web dove in molti hanno evocato antichi dissapori tra i due fiorentini, il rocker e l'allora sindaco di Firenze che tolse a Pelù l'incarico di direttore artistico di Fi.Esta, l'Estate fiorentina, affidatogli dal precedente primo cittadino Leonardo Domenici. Pelù non si pente, si scusa con gli italiani sul bonus degli 80 euro, "non volevo offendere nessuno", ma non con il presidente del Consiglio, poi di fronte alle polemiche sui trascorsi a Fi.Esta attacca ancora più duro e posta di nuovo: "Matteo Renzi e' un bugiardo e mente in maniera spudorata sapendo di mentire nei miei confronti, proprio ora ho seguito alcuni TG e in tutti, ripeto in tutti, è stata ripetuta la menzogna consumata che 'Pelù ce l'ha con Renzi perchè non gli ha più fatto fare l'estate fiorentina'". Il rocker non ci sta: "Evidentemente la disinformazia del boy scout di Gelli si è scatenata. Ma sparando c...z... ad alzo zero. Ripeto per la milionesima volta che io ho creato FI.ESTA (FIrenze. ESTAte) nel 2007 con la vecchia amministrazione Domenici ma dopo 10 mesi di superlavoro ho lasciato quell'incarico di mia spontanea iniziativa perchè non mi piacevano i giochi sporchi che si facevano con il denaro pubblico. Chiaro ora? Ho lasciato io nell'ottobre 2007". Così ribadisce Pelù e le sue accuse sul suo sito Fb diventano ancora più pesanti: "Renzi in quegli anni 'usava' milioni di euro pubblici della Provincia Fiorentina anche per fare manifestazioni che duravano pochi giorni e che non si inc... nessuno, una su tutte 'Il genio fiorentino'". "A questo punto è chiaro come il sole che Renzi non ha un solo argomento reale per contrattaccare le mie critiche da cittadino e da cantante al suo operato, quindi annaspa sul nulla", continua il post di Pelù, chiudendo: "E non lo aiuta di certo circondarsi di yesssman o yessswoman, lo aiuteranno di più le mie critiche se le capirà. Matteo non tollera il dissenso e ha il cruccio assurdo di voler per forza piacere a tutti, ma la realtà è che Renzi è un uomo solo". Infine: "Resto curioso di vedere quanti TG correggeranno la notizia falsa e tendenziosa che hanno divulgato oggi".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Immigrati
A Pozzallo sbarcati 573 migranti: duecento soccorsi in ipotermia
Papa
Papa: prego per bambini, famiglie che fanno fatica e lavoratori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina