lunedì 20 febbraio | 01:19
pubblicato il 26/giu/2013 16:12

Pedofilia: Vicariato Roma, sconcerto e indignazione per servizio TgLa7

Pedofilia: Vicariato Roma, sconcerto e indignazione per servizio TgLa7

(ASCA) - Roma, 26 giu - Il Vicariato di Roma esprime ''sconcerto e indignazione'' per la diffusione di parte del verbale di denuncia contenente i nomi di sacerdoti accusati dall'ex prete Patrizio Poggi in un servizio del Tg di La7 delle ore 20 di martedi' 25 giugno.

Il Cardinale Vicario, Agostino Vallini - si legge in una nota - esprimendo profonda amarezza per la diffusione di simili notizie calunniose che sparano nel mucchio in maniera generalizzata, manifesta piena fiducia nella magistratura e si dice pienamente convinto che sara' smantellato il piano calunnioso, dimostrando non veritiere le affermazioni del Poggi, mosso forse da spirito di rivalsa o da risentimento personale.

Il Dottor Pignatone, Procuratore capo della Repubblica di Roma - ricostruisce il comunicato - nel telegiornale ha smentito categoricamente che sacerdoti della diocesi di Roma siano indagati per pedofilia sulla base della denunzia dell'ex-prete Patrizio Poggi, dimesso nel 2007 dallo stato clericale per reati di natura sessuale su minori e che ha scontato la condanna nel carcere di Rebibbia. La diffusione di parte del verbale di denuncia contenente i nomi di sacerdoti da lui accusati, ha suscitato sconcerto e indignazione in Vicariato.

Il cardinale vicario, Agostino Vallini, esprime profonda amarezza per la diffusione di simili notizie calunniose che sparano nel mucchio in maniera generalizzata senza distinguere tra chi ha sbagliato, che deve pagare, e chi e' calunniato. Il prelato rinnova inoltre ai sacerdoti vicinanza, stima e affetto per il loro generoso ministero. Condanna vivamente il fatto che organi di informazione si facciano megafono di notizie delittuose prive di riscontri oggettivi, violando le piu' elementari norme della deontologia giornalistica e del rispetto della privacy.

''A chi giova - si domanda il cardinale - creare un nuovo caso scandalistico e infangare le persone e il ministero di sacerdoti? E' questo il modo di fare informazione? E' un modo per screditare la Chiesa e i suoi ministri. Ognuno dara' conto a Dio del suo operato''. Il cardinale, che nel suo ministero episcopale si e' impegnato da sempre per combattere i casi di eventuale immoralita' del clero, all'inizio del suo mandato visito' il Poggi detenuto nel carcere di Rebibbia e non si spiega un comportamento simile. ''Come mai - aggiunge il Cardinale - in quella circostanza e nei colloqui successivi in Vicariato il Poggi non ha sentito il bisogno di denunziare al Vescovo i suoi ex confratelli?''.

Il Cardinale esprime piena fiducia nella magistratura e si dice pienamente convinto che sara' smantellato il piano calunnioso, dimostrando non veritiere le affermazioni del Poggi, mosso forse da spirito di rivalsa o da risentimento personale.

I sacerdoti calunniati - conclude la nota - si riservano ogni azione legale a tutela della loro personale onorabilita'.

com-stt/gc

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Terremoti
A Norcia consegnate le chiavi delle prime casette post-sisma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia