lunedì 20 febbraio | 21:39
pubblicato il 29/mar/2014 15:35

Pedofilia, Bagnasco: no obbligo denuncia per rispetto vittime

"Se non vogliono mettere in piazza i propri drammi"

Pedofilia, Bagnasco: no obbligo denuncia per rispetto vittime

Genova, (askanews) - Non è un no alla denuncia ma una forma di rispetto verso le vittime degli abusi sessuali. Il presidente della Cei, cardinale Angelo Bagnasco, spiega le linee guida della Cei sulla non obbligatorietà della denuncia da parte di religiosi dei casi di pedofilia."Non è assolutamente un no alla denuncia ma risponde ad un'attenzione verso le vittime, i loro sentimenti, i loro drammi interiori e risponde a ciò che i genitori ritengono meglio per il bene dei propri figli e della famiglia".Bagnasco ha ribadito a più risprese che le linee guida della Cei hanno come primo obiettivo il rispetto di chi ha subito gli abusi:"Il valore più importante - ha sottolineato Bagnasco - è il rispetto delle vittime e dei loro parenti perché non è detto che le vittime o i loro familiari vogliano presentare denuncia per ragioni personali".Secondo il presidente della Cei "si può decidere" di denunciare casi di abusi in base alla posizione dei familiari delle vittime

Gli articoli più letti
Taxi
Sciopero Taxi, base prepara blitz a Roma. Delrio: regolamentare
Roma
Roma, grave il bimbo di 3 mesi rapito dal padre a Monterotondo
Salute
Infarto, 1 struttura sanitaria su 2 non ripetta volumi ministero
Campidoglio
Roma, Grillo a Raggi: decidete voi e non fatevi influenzare
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia