lunedì 27 febbraio | 15:29
pubblicato il 25/gen/2011 18:23

Patenti "facili" a Palermo, Messineo: era sistema di corruzione

"Non singoli atti slegati tra loro, c'era un tariffario"

Patenti "facili" a Palermo, Messineo: era sistema di corruzione

Un sistema di corruzione, non costituito da episodi occasionali: così gli investigatori definiscono la truffa ideata dai dipendenti della Motorizzazione civile di Palermo, insieme a titolari di autoscuole e agenzie per il disbrigo di pratiche auto, con il pagamento di mazzette in cambio della patente o di altri documenti. Il procuratore capo di Palermo, Francesco Messineo.In cella sono finite dieci persone, altre 41 sono aigli arresti domiciliari: a incastrarle anche alcuni video, che documentano lo scambio delle mazzette.

Gli articoli più letti
Biotestamento
Dj Fabo in Svizzera, visite mediche per decidere l'eutanasia
Criminalità
Rapine ed estorsioni a Napoli, 47 misure cautelari
Biotestamento
Marco Cappato: Fabo è morto alle 11.40
Campidoglio
Roma, Colomban: progetto taglio partecipate senza licenziamenti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Specie a rischio, dalla genetica molecolare un aiuto per salvarle
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech