venerdì 20 gennaio | 17:20
pubblicato il 29/nov/2011 16:22

Parmalat/ Tribunale Parma condanna Geronzi a 5 anni per Ciappazzi

Per Matteo Arpe 3 anni e 7 mesi, l'accusa è bancarotta

Parmalat/ Tribunale Parma condanna Geronzi a 5 anni per Ciappazzi

Milano, 29 nov. (askanews) - Il Tribunale di Parma ha condannato oggi Cesare Geronzi a una pena di cinque anni, per le accuse di bancarotta fraudolenta e usura nell'ambito del processo Ciappazzi, uno dei filoni nati dal crac del gruppo Parmalat. L'ex presidente di Capitalia, Mediobanca e Generali è accusato di bancarotta fraudolenta e di usura aggravata. I giudici hanno, inoltre, condannato a 3 anni e 7 mesi Matteo Arpe, allora amministratore delegato di Capitalia, con l'accusa di bancarotta. Il processo riguarda la vendita alla Parmalat delle acque minerali Ciappazzi, che l'azienda di Calisto Tanzi acquistò dal gruppo Ciarrapico.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Prot. Civile: due le vittime accertate all'Hotel Rigopiano
Maltempo
Hotel Rigopiano, estratte mamma e bimbo: in ospedale, stanno bene
Maltempo
Valanga Rigopiano, Soccorso alpino: trovati vivi 6 dispersi
Maltempo
Valanga Rigopiano, Soccorso alpino: morti accertati sono solo 2
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Audi, 8 milioni di vetture prodotte con la trazione "quattro"
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Tpl, Sorte: anche per Delrio la Lombardia è modello da seguire