martedì 21 febbraio | 06:55
pubblicato il 29/nov/2011 16:22

Parmalat/ Tribunale Parma condanna Geronzi a 5 anni per Ciappazzi

Per Matteo Arpe 3 anni e 7 mesi, l'accusa è bancarotta

Parmalat/ Tribunale Parma condanna Geronzi a 5 anni per Ciappazzi

Milano, 29 nov. (askanews) - Il Tribunale di Parma ha condannato oggi Cesare Geronzi a una pena di cinque anni, per le accuse di bancarotta fraudolenta e usura nell'ambito del processo Ciappazzi, uno dei filoni nati dal crac del gruppo Parmalat. L'ex presidente di Capitalia, Mediobanca e Generali è accusato di bancarotta fraudolenta e di usura aggravata. I giudici hanno, inoltre, condannato a 3 anni e 7 mesi Matteo Arpe, allora amministratore delegato di Capitalia, con l'accusa di bancarotta. Il processo riguarda la vendita alla Parmalat delle acque minerali Ciappazzi, che l'azienda di Calisto Tanzi acquistò dal gruppo Ciarrapico.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Sciopero Taxi, base prepara blitz a Roma. Delrio: regolamentare
Roma
Roma, grave il bimbo di 3 mesi rapito dal padre a Monterotondo
Salute
Infarto, 1 struttura sanitaria su 2 non ripetta volumi ministero
Campidoglio
Roma, Grillo a Raggi: decidete voi e non fatevi influenzare
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia