lunedì 05 dicembre | 16:11
pubblicato il 08/lug/2013 19:44

Parchi: Legambiente, inaccettabile uccisione orso in Abruzzo

(ASCA) - Roma, 8 lug -''E' assolutamente necessario che le autorita', in modo deciso e coordinato, mettano in campo tutte le misure necessarie per fermare la strage di fauna selvatica nel territorio del Parco. In questi ultimi mesi, infatti, sono stati diversi gli animali uccisi, dagli orsi ai lupi, e quasi mai sono stati rintracciati e puniti i colpevoli. E' inaccettabile che si continuino a verificare questi episodi che mettono a rischio una delle specie piu' importanti e preziose del nostro Paese'', cosi' Antonio Nicoletti, responsabile nazionale aree protette e biodiversita' di Legambiente commenta la notizia dell'uccisione dell'orso Stefano, uno dei circa 60 esemplari di orsi marsicani che vivono nel territorio del Parco Nazional d'Abruzzo, trovato morto nel versante molisano del Parco. Per Legambiente si tratta di un'altra morte brutale nel Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise. L'esame effettuato oggi dal dipartimento di Scienze biomediche della Facolta' di veterinaria dell'Universita' di Teramo ha infatti permesso di stabilire le cause della morte, dovuta a due diversi fucili, piu' un arma caricata a pallettoni: una chiara esecuzione che riapre lo scottante tema del bracconaggio e della sicurezza di una specie, quella dell'orso bruno marsicano, la cui conservazione e' ritenuta ''in pericolo critico'' sia a livello nazionale che internazionale.

red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari