domenica 22 gennaio | 09:42
pubblicato il 17/dic/2013 17:32

Papa: se Dio mi ha messo qui, ora se la veda lui

Papa: se Dio mi ha messo qui, ora se la veda lui

(ASCA) - Citta' del Vaticano, 17 dic - ''Si Dios me puso aqui', que Dios me banque, se Dio mi ha messo qui, che se la veda lui adesso, che lui se ne faccia carico''. Sono parole di papa Francesco rispondendo ad alcune domande del suo ex allievo Jorge Milia che in un articolo su L'Osservatore Romano spiega alcune espressioni in spagnolo di Bergoglio.

Alla domande su come si sentisse nei panni del papa, Bergoglio ha risposto: ''Guarda Jorge, io ho molta pace.

Quando tutto questo e' incominciato e' stato come entrare in qualcosa di vertiginoso, stranamente vertiginoso perche' io non avevo previsto niente, mi sembrava incredibile. Ma poi l'ho presa con molta pace. Non mi azzardavo a pensare che fosse quello che Lui voleva, ma per lo meno non lo aveva impedito e mi sono detto: Si Dios me puso aqui', ique Dios me banque!''.

''Mi sono messo a ridere, - scrive Milia - non so se per l'espressione che aveva usato, quel ique Dios me banque! o perche' stavo pensando al momento in cui lo avrei scritto in Terre d'America. Ho preso subito nota e lui scuotendo la testa: 'Un'altra per la tua raccolta sul gergo di Francesco.

Non ti sfugge niente'. Mi divertiva quella sua umilta' che gli faceva dire: 'Non mi azzardavo a pensare che fosse quello che Lui voleva, ma che per lo meno non lo aveva impedito' ma soprattutto quell'esclamazione finale: ique Dios me banque! che sarebbe la traduzione in castigliano argentino popolare del piu' tradizionale: che Dio mi protegga!, come dire 'sara' Lui a sostenermi, adesso che se la veda Lui'''. Il papa non si preoccupa della sua sicurezza, l'importante e' stare vicino alle persone: ''Stare in mezzo alla gente - ha risposto il pontefice - mi fa bene. E poi la gente ha bisogno di una parola, una stretta di mano. Mi sento sicuro in mezzo alla gente''. ''L'importante - ha proseguito il papa - e' lavorare e se uno deve lavorare non puo' stare tutto il tempo a guardarsi le spalle pensando solo alla sua sicurezza. Io faccio quello che posso, quello che questi tempi mi permettono di fare.

Anche il Papa dipende dall'orologio - disse guardando il suo - e il tempo passa veloce! Fra poco ho una riunione con il segretario di Stato''.

dab/sam/rob

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Hotel Rigopiano, Prefettura Pescara: 23 i dispersi segnalati
Papa
Papa:no a Chiesa insapore in società dove anche verità è truccata
Maltempo
Hotel Rigopiano, ospedale Pescara: 9 soccorsi in buone condizioni
Terremoti
Terremoto, Ingv: da agosto ad oggi oltre 48mila scosse
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4