sabato 03 dicembre | 08:41
pubblicato il 23/mag/2013 13:09

Papa: Romero importante testimone. Incontro con presidente Salvador

(ASCA) - Citta' del Vaticano, 23 mag - ''La figura del Servo di Dio mons. Oscar Arnulfo Romero'' e ''l'importanza della sua testimonianza'', sono stati al centro stamane dell'udienza che papa Francesco ha avuto con il presidente della Repubblica di El Salvador, Carlos Mauricio Funes Cartagena ricevuto in Vaticano e, successivamente, incontrato anche dal segretario di Stato, card. Tarcisio Bertone.

Colloqui ''cordiali'', riferisce una nota vaticana, nel corso dei quali, tra l'altro, ''e' stata espressa soddisfazione per le buone relazioni esistenti fra la Santa Sede e lo Stato salvadoregno''. Si e' anche ''apprezzato il contributo che la Chiesa - si sottolinea nella nota - offre per la riconciliazione e per il consolidamento della pace, come pure nei settori della carita', dell'educazione, dello sradicamento della poverta' e della criminalita' organizzata''. Nei colloqui si sono infine toccati i temi inerenti alla ''difesa della vita umana, del matrimonio e della famiglia''.

gc/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Inchiesta Roma
Mafia Capitale, altro processo: chiesto giudizio per 24 persone
Censis
Censis: paura degli stranieri, immigrazione preoccupa 44% italiani
Censis
Bullismo, oltre metà 11-17enni ha subìto comportamenti offensivi
Sanità
Il 16 dicembre sciopero medici ospedalieri e dirigenti sanitari
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari