sabato 03 dicembre | 20:53
pubblicato il 03/ott/2013 14:00

Papa: riforma Curia sara' profonda. Si lavora a nuova Costituzione

Papa: riforma Curia sara' profonda. Si lavora a nuova Costituzione

(ASCA) - Citta' del Vaticano, 3 ott - La riforma della Curia romana a cui pensa papa Francesco sara' profonda e non si trattera' certo di ''ritocchi cosmetici o piccoli aggiuntamenti''. Tanto che si annuncia un vero e proprio superamento dell'attuale ''Pastor bonus'' che regola la vita della Curia e del Governo centrale della Chiesa cattolica, emanata da Giovanni Paolo II nel 1988, con una nuova Costituzione. Queste le conclusioni dei lavori della riunione del Consiglio degli otto cardinali che, con il papa, in questi giorni in Vaticano sta lavorando alle riforme.

Padre Federico Lombardi, direttore della Sala Stampa Vaticana, illustrando i lavori del Consiglio ai giornalisti ha detto esplicitamente che ''l'orientamento non e' solo quello di un aggiustamento della 'Pastor bonus' ma di arrivare ad una nuova Costituzione'' che conterra' ''novita' consistenti''.

Ad essere messo in rilievo sara' soprattutto, ha riferito sempre padre Lombardi, il compito di ''servizio'' della Curia sia ''alla Chiesa Universale che alle Chiese locali''. La filosofia della riforma sara' ispirata ''non all'accentrare ma proprio contro il centralismo'' romano. Altro aspetto studiato in questi giorni nel Consiglio cardinalizio con il papa, quello inerente alle ''funzioni e al servizio della Segreteria di Stato'' che, a tutti gli effetti, andranno letti in funzione di una ''Segreteria del Papa e per aiutarlo nel suo servizio pastorale e di governo della Chiesa universale''. Un cambiamento di prospettiva, questo, ancora piu' importante in vista dell'entrata in servizio, il 15 ottobre prossimo, del nuovo Segretario di Stato, mons. Pietro Parolin.

Si e', quindi, affrontata anche l'ipotesi dell'istituzione di una nuova figura curiale, quella del ''Moderator curiae'' che potrebbe fare da 'cerniera' tra i diversi dicasteri ed uffici vaticani. Una figura nuova sulla quale pero', per ora, non sarebbe stata presa nessuna decisione, in attesa di una prossima riunione che si dovrebbe tenere agli inizi del prossimo anno.

Infine, tema caro al papa, quello dello spazio da dare ai laici anche nella vita della Chiesa e come coinvolgerli nella gestione concreta di questa.

gc/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari