sabato 03 dicembre | 17:02
pubblicato il 28/giu/2013 11:28

Papa: profondo legame unisce Chiesa di Roma e Costantinopoli

(ASCA) - Citta' del Vaticano, 28 giu - Un ''profondo legame unisce, nella fede, nella speranza e nella carita', la Chiesa di Costantinopoli e la Chiesa di Roma''. Lo ha detto papa Francesco ricevendo in udienza la delegazione del Patriarcato Ecumenico di Costantinopoli, giunta come da tradizione a Roma in occasione della Solennita' dei Santi Apostoli Pietro e Paolo.

La Delegazione inviata da Bartolomeo I e' guidata da Ioannis (Zizioulas), Metropolita di Pergamo, co-presidente della Commissione mista internazionale per il dialogo teologico tra la Chiesa cattolica e la Chiesa ortodossa, il quale e' accompagnato dal Vescovo di Sinope Athenagoras (Peckstadt), assistente del Metropolita di Belgio, e dall'Archimandrita Padre Prodromos Xenakis, vice segretario del Santo Sinodo Eparchiale della Chiesa di Creta.

''La bella consuetudine di uno scambio di delegazioni tra le nostre Chiese per le rispettive feste patronali, iniziata nel 1969, - ha aggiunto il papa - e' per me motivo di grande gioia: l'incontro fraterno e' parte essenziale del cammino verso l'unita'''.

Papa Francesco ha inoltre espresso ''sentita gratitudine a Sua Santita' Bartolomeo I ed al Santo Sinodo del Patriarcato ecumenico, che hanno voluto anche quest'anno inviare alti Rappresentanti''.

dab/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Disturbi del sonno? 10 regole ambientali per dormire meglio
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari