lunedì 27 febbraio | 03:43
pubblicato il 14/mar/2013 11:16

Papa: Pia Luciani, mi sembra di rivedere mio zio Albino

(ASCA) - Canale d'Agordo (Bl), 14 mar - ''Mi sono emozionata quando ho visto ed ho sentito papa Francesco. Mi sembrava di ascoltare mio zio''. A testimoniare la sua commozione e' la nipote di papa Luciani, Pia. ''Il sorriso e' lo stesso. Il linguaggio e' analogo. La profondita' spirituale, testimoniata visibilmente - spiega - e' inequivocabilmente e' la medesima. Certo, fisicamente i due papi sono diversi, ma per come si e' proposto Bergoglio, dal balcone di San Pietro, mi sembrava di vedere mio zio 'don Albino' nella sua prima allocuzione. Fa perfino impressione la semplicita' di Bergoglio, come ha lasciato il segno quella di mio zio''.

Pia Luciani abita a Caviola, a pochi chilometri da Canale d'Agordo, il paese natale di Giovanni Paolo I, dove questa mattina numerosi fedeli si sono riuniti in chiesa a pregare, dicendo - come riferisce il parroco don Mariano - che ''papa Francesco portera' a compimento quel programma pastorale che papa Luciani non ha avuto il tempo nemmeno d'iniziare: per rinvigorire una Chiesa di popolo''.

fdm/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Biotestamento
Dj Fabo in Svizzera, visite mediche per decidere l'eutanasia
Campidoglio
Roma, Colomban: progetto taglio partecipate senza licenziamenti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech