mercoledì 18 gennaio | 02:56
pubblicato il 26/feb/2013 13:16

Papa: per ultima udienza in S.Pietro previsti piu' 50 mila fedeli

(ASCA) - Citta' del Vaticano, 26 feb - Saranno oltre 50 mila i fedeli che domani si raccoglieranno in piazza San Pietro per l'ultima udienza generale di papa Benedetto XVI. Sono questi, infatti, al momento i biglietti richiesti per poter partecipare all'evento. ''Sara' una udienza che seguira' lo schema tradizionale - ha spiegato oggi il portavoce vaticano, p. Federico Lombardi - con la tradizionale catechesi del papa che, pero', percorrera' la piazza in papamobile per poter salutare i fedeli. Non ci sara', invece, il tradizionale 'baciamano' al termine dell'udienza perche' in moltissimi hanno chiesto di poter salutare personamente il papa e non si vogliono fare preferenze''.

Un saluto, invece, che si svolgera' al termine dell'udienza, in forma privata nella Sala Clementina in Vaticano. Tra quanti potranno salutare il pontefice anche il presidente della Slovacchia, quello della Baviera e i Capitani di San Marino.

gc/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bancarotta
Bancarotta, a Reggio Calabria 7 ordinanze cautelari
Cucchi
Cucchi, pm contesta omicidio preterintenzionale a 3 carabinieri
Immigrati
Naufragio nel Mediterraneo, a Trapani 38 superstiti e 4 vittime
Maltempo
Abruzzo ancora al buio, duecentomila persone senza corrente
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa