domenica 26 febbraio | 02:33
pubblicato il 12/set/2013 11:42

Papa: per amare il nemico contemplare passione Gesu' e dolcezza Maria

(ASCA) - Citta' del Vaticano, 12 set - ''L'umanita' sofferente'' di Gesu' e la ''dolcezza'' di Maria. Sono i due ''poli'' cui deve guardare il cristiano per riuscire a vivere cio' che il Vangelo chiede. Lo ha detto papa Francesco nell'omelia, pubblicata da Radio Vaticana, della messa celebrata stamane a Santa Marta.

Il Vangelo, ha aggiunto il pontefice, e' esigente, chiede ''cose forti'' a un cristiano: capacita' di perdonare, magnanimita', amore per i nemici ma c'e' un solo modo per riuscire a metterle in pratica: ''Contemplare la Passione, l'umanita' di Gesu''' e imitare il comportamento di sua Madre.

''Ne abbiamo bisogno, di dolcezza, oggi, dalla Madonna, per capire queste cose che Gesu' ci chiede, no? - ha proseguito Francesco - Perche' questo e' un elenco non facile da vivere. Amate i nemici, fate il bene, prestate senza sperare nulla. A chi ti percuote sulla guancia, offri anche l'altra, a chi ti strappa il mantello non rifiutare anche la tunica. Ma, sono cose forti, no? Ma tutto questo, a suo modo, e' stato vissuto dalla Madonna: e' la grazia della mansuetudine, la grazia della mitezza''.

A queste virtu' che il Signore ci chiede, ha sottolineato il papa, non c'e' un'altra strada che ''pensare al suo silenzio mite: questo sara' il tuo sforzo. Lui fara' il resto. Lui fara' tutto quello che manca. Ma devi fare quello: nascondere la tua vita in Dio con Cristo. Questo si fa con la contemplazione dell'umanita' di Gesu', dell'umanita' sofferente. Non c'e' un'altra strada: non ce n'e'. E' l'unica. Per essere buoni cristiani, contemplare l'umanita' di Gesu' e l'umanita' sofferente. Per dare testimonianza, per poter dare questa testimonianza, quello. Per perdonare, contempla Gesu' sofferente. Per non odiare il prossimo, contempla Gesu' sofferente. Per non chiacchierare contro il prossimo, contempla Gesu' sofferente. L'unico. Nascondi la tua vita con Cristo in Dio: questo e' il consiglio che ci da' l'Apostolo. E' il consiglio per diventare umili, miti e buoni, magnanimi, teneri''.

dab/res

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Roma
Spari davanti a discoteca di Roma: un fermato e un denunciato
Maltempo
Allerta temporali su Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia
Terrorismo
Isis, espulsi 2 tunisini: uno era tra i contatti di Amri
Papa
Papa ai parroci: siate vicini ai giovani che scelgono di convivere
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech