sabato 03 dicembre | 08:33
pubblicato il 12/set/2013 11:42

Papa: per amare il nemico contemplare passione Gesu' e dolcezza Maria

(ASCA) - Citta' del Vaticano, 12 set - ''L'umanita' sofferente'' di Gesu' e la ''dolcezza'' di Maria. Sono i due ''poli'' cui deve guardare il cristiano per riuscire a vivere cio' che il Vangelo chiede. Lo ha detto papa Francesco nell'omelia, pubblicata da Radio Vaticana, della messa celebrata stamane a Santa Marta.

Il Vangelo, ha aggiunto il pontefice, e' esigente, chiede ''cose forti'' a un cristiano: capacita' di perdonare, magnanimita', amore per i nemici ma c'e' un solo modo per riuscire a metterle in pratica: ''Contemplare la Passione, l'umanita' di Gesu''' e imitare il comportamento di sua Madre.

''Ne abbiamo bisogno, di dolcezza, oggi, dalla Madonna, per capire queste cose che Gesu' ci chiede, no? - ha proseguito Francesco - Perche' questo e' un elenco non facile da vivere. Amate i nemici, fate il bene, prestate senza sperare nulla. A chi ti percuote sulla guancia, offri anche l'altra, a chi ti strappa il mantello non rifiutare anche la tunica. Ma, sono cose forti, no? Ma tutto questo, a suo modo, e' stato vissuto dalla Madonna: e' la grazia della mansuetudine, la grazia della mitezza''.

A queste virtu' che il Signore ci chiede, ha sottolineato il papa, non c'e' un'altra strada che ''pensare al suo silenzio mite: questo sara' il tuo sforzo. Lui fara' il resto. Lui fara' tutto quello che manca. Ma devi fare quello: nascondere la tua vita in Dio con Cristo. Questo si fa con la contemplazione dell'umanita' di Gesu', dell'umanita' sofferente. Non c'e' un'altra strada: non ce n'e'. E' l'unica. Per essere buoni cristiani, contemplare l'umanita' di Gesu' e l'umanita' sofferente. Per dare testimonianza, per poter dare questa testimonianza, quello. Per perdonare, contempla Gesu' sofferente. Per non odiare il prossimo, contempla Gesu' sofferente. Per non chiacchierare contro il prossimo, contempla Gesu' sofferente. L'unico. Nascondi la tua vita con Cristo in Dio: questo e' il consiglio che ci da' l'Apostolo. E' il consiglio per diventare umili, miti e buoni, magnanimi, teneri''.

dab/res

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Inchiesta Roma
Mafia Capitale, altro processo: chiesto giudizio per 24 persone
Censis
Censis: paura degli stranieri, immigrazione preoccupa 44% italiani
Censis
Bullismo, oltre metà 11-17enni ha subìto comportamenti offensivi
Sanità
Il 16 dicembre sciopero medici ospedalieri e dirigenti sanitari
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari