mercoledì 18 gennaio | 19:57
pubblicato il 27/mag/2013 17:17

Papa: Oss. Romano, a parrocchia romana lezione catechismo a cielo aperto

(ASCA) - Citta' del Vaticano, 27 mag - ''La visita di domenica ai Santi Elisabetta e Zaccaria nella Valle Muricana, all'estremo nord della citta', e' stata molto piu' semplicemente una bella lezione di catechismo a cielo aperto''. Lo scrive l'Osservatore Romano sottolineando che ''tra le immagini piu' nitide della visita compiuta ieri dal Papa nella parrocchia romana dei Santi Elisabetta e Zaccaria ne restano due in particolare. La prima e' la porta chiusa della sacrestia, oltre la quale Papa Francesco, prima di celebrare la messa, confessa, uno a uno, otto parrocchiani scelti a caso. Avrebbero dovuto essere cinque, ma tre se ne sono aggiunti non previsti. Quando quella porta si apriva ne usciva un volto raggiante, il piu' delle volte rigato dalle lacrime''. La seconda immagine, prosegue il giornale vaticano, ''si riferisce alla fine della celebrazione, ed e' certamente di quelle che suscitano una ridda di sentimenti: sull'altare sedici bambini con le vesti candide della prima comunione, appena ricevuta dalle mani del Pontefice, circondavano il Papa e gli cantavano la benedizione di san Francesco d'Assisi. Lui, Papa Francesco, col capo chino e le mani giunte, con devozione profonda accoglieva la benedizione. Un gesto che entra tra le pagine piu' belle di questo inizio di pontificato, accanto a quella della sera stessa dell'elezione, quando con la medesima devozione chiese e accolse la benedizione impetrata dal popolo.

E alla fine lo stesso semplice 'vi ringrazio per questo'''.

Sono due istantanee di una mattinata che ''si potrebbe raccontare in tanti modi diversi, scegliendo magari aggettivi altisonanti come storica, entusiasmante, indimenticabile.

Oppure sottolineando dati statistici: e' la prima visita del nuovo vescovo di Roma a una parrocchia della sua diocesi, una comunita' che ha accolto Giovanni Paolo II nel 1997; e' la visita a una chiesa di confine, la 'prima porta' per entrare a Roma, visto il nome del quartiere, Prima Porta appunto; e' l'inizio di un ministero da quella periferia tanto evocata dal Santo Padre come luogo privilegiato per svolgere la missione e ieri esaltata come maestra del centro''.

dab/mau/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Terremoti
Cnr: sisma fenomeno di contagio a cascata tra faglie adiacenti
Terremoti
Terremoto, sindaca Raggi riunisce il centro operativo comunale
Terremoti
Sisma, Raggi: a Roma saranno avviate verifiche su scuole e uffici
Terremoti
Sisma centro Italia, Ingv: oltre 100 scosse, 4 sopra magnitudo 5
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina