mercoledì 18 gennaio | 15:42
pubblicato il 13/nov/2013 12:17

Papa: oltre 3 mila affetti da malattie rare a udienza in piazza S.Pietro

(ASCA) - Citta' del Vaticano, 13 nov - Oltre 3 mila persone affette da malattie rare riunite in una delegazione coordinata dall'associazione culturale 'Giuseppe Dossetti: i Valori - sviluppo e tutela dei diritti' e accompagnate dal presidente del Pontificio Consiglio per gli Operatori Sanitari, l'arcivescovo Zygmunt Zimowski, hanno partecipato stamane all'udienza generale con papa Francesco in piazza San Pietro.

L'organismo, presieduto da Ombretta Fumagalli Carulli, e' impegnato da tempo nella promozione della piena inclusione degli affetti da malattie rare alle possibilita' di diagnosi e di cura oggi esistenti.

La partecipazione all'udienza, spiega il Pontificio Consiglio per gli Operatori Sanitari, e' ''un omaggio e un'espressione di gratitudine verso il Santo Padre e il suo impegno in favore dei malati e delle fasce deboli della popolazione nonche' della loro piena equiparazione nella societa' e nel sistema sanitario nazionale''.

dab/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Terremoti
Cnr: sisma fenomeno di contagio a cascata tra faglie adiacenti
Maltempo
Abruzzo ancora al buio, duecentomila persone senza corrente
Maltempo
Protezione civile, ancora allerta per nevicate e forti venti
Terremoti
Terremoto, sindaca Raggi riunisce il centro operativo comunale
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, arriva dagli Usa il "Piatto unico bilanciato"
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Milano Moda, l'uomo disinvolto e sicuro di Armani
Scienza e Innovazione
Trasporto su rotaia, dal 2020 si viaggerà a levitazione magnetica
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa