venerdì 20 gennaio | 01:38
pubblicato il 15/apr/2013 12:58

Papa: oggi piu' martiri che nei primi secoli del cristianesimo

Papa: oggi piu' martiri che nei primi secoli del cristianesimo

(ASCA) - Citta' del Vaticano, 15 apr - La nostra ''e' un'epoca con piu' martiri che non quella dei primi secoli''.

Un'epoca accompagnata da ''tante turbolenze spirituali''. Lo ha ricordato oggi papa Francesco nel corso dell'omelia, pronunciata durante la messa mattutina a Santa Marta celebrata alla presenza, fra gli altri, del personale dei Servizi telefonici vaticani e dell'Ufficio Internet vaticano.

Il papa, ha riferito la Radio Vaticana, commentando le letture odierne che riportano il brano degli Atti degli Apostoli in cui Stefano viene condotto davanti al Sinedrio ed accusato attraverso false testimonianze, ha vouto mettere in guardia dal peccato che si perpetra attraverso la calunnia che, ha detto, ''distrugge l'opera di Dio nelle persone''.

Proprio Papa Francesco ha ricordato che ''non andava bene la lotta pulita, la lotta tra uomini buoni'', i nemici di Stefano hanno imboccato ''la strada della lotta sporca: la calunnia''. ''Noi tutti siamo peccatori: tutti. Abbiamo peccati. Ma la calunnia e' un'altra cosa. E' un peccato, sicuro, ma e' un'altra cosa. La calunnia vuole distruggere l'opera di Dio; la calunnia nasce da una cosa molto cattiva: nasce dall'odio.

E chi fa l'odio e' Satana. La calunnia - ha quindi aggiunto - distrugge l'opera di Dio nelle persone, nelle anime. La calunnia utilizza la menzogna per andare avanti. E non dubitiamo: dove c'e' calunnia c'e' Satana, proprio lui''.

Ma Stefano, ha osservato il pontefice , non ha ricambiato menzogna con menzogna, perche' ''non vuole andare per quella strada per salvarsi. Lui guarda il Signore e obbedisce alla legge'', rimanendo nella pace e nella verita' di Cristo.

Questo, ha spiegato, ''succede nella storia della Chiesa'' ed ha, come per Stefano, portato sempre al martirio durante i secoli. ''Ma il tempo dei martiri - ha quindi detto - non e' finito: anche oggi possiamo dire, in verita', che la Chiesa ha piu' martiri che nel tempo dei primi secoli. La Chiesa ha tanti uomini e donne che sono calunniati, che sono perseguitati, che sono ammazzati in odio a Gesu', in odio alla fede: questo e' ammazzato perche' insegna catechismo, questo viene ammazzato perche' porta la croce... Oggi, in tanti Paesi, li calunniano, li perseguono... sono fratelli e sorelle nostri che oggi soffrono, in questo tempo dei martiri''.

gc/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Valanga hotel Rigopiano, recuperata una vittima
Maltempo
Valanga su hotel, circa 30 dispersi: "Diversi i morti"
Maltempo
Valanga su hotel, vigili fuoco: distrutto, parti non esistono più
Maltempo
Prot. Civile: due le vittime accertate all'Hotel Rigopiano
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale