sabato 25 febbraio | 22:23
pubblicato il 13/feb/2013 08:56

Papa: mons. Capovilla, anche Giovanni XXIII penso' a dimissioni

Papa: mons. Capovilla, anche Giovanni XXIII penso' a dimissioni

(ASCA) - Citta' del Vaticano, 13 feb - Anche papa Giovanni XXIII penso' alle dimissioni. A rivelarlo ai microfoni del Gr Rai e' stato mons. Loris Capovilla, suo segretario particolare al tempo del pontificato.

L'episodio risale alla Quaresima del 1962, a pochi mesi dall'inizio del Concilio Vaticano II. ''Il papa - ha detto Capovilla - sapeva di essere malato e con il male che progrediva ed il lavoro del Concilio'' che si faceva ''sempre piu' pesante''. Durante il tempo della Quaresima, al termine della confessione, ha poi detto mons. Capovilla, ''il suo confessore venne da me, come se fossi a parte di un segreto che, invece, non sapevo e mi disse: 'il papa non puo' dare le dimissioni'. Allora capii che ne avevano parlato''. L'anziano presule ha poi rivelato di aver pianto all'apprendere delle dimissioni di Benedetto XVI.

gc/sam/rl

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Allerta temporali su Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia
Roma
Spari davanti a discoteca di Roma: un fermato e un denunciato
Terrorismo
Isis, espulsi 2 tunisini: uno era tra i contatti di Amri
Papa
Papa ai parroci: siate vicini ai giovani che scelgono di convivere
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech