giovedì 08 dicembre | 17:47
pubblicato il 02/set/2013 15:52

Papa: Marini, programma esalta valori che segnano identita' dell'Umbria

(ASCA) - Perugia, 2 set - ''Sara' certamente una visita importante e di straordinario significato quella di Papa Francesco il prossimo 4 ottobre ad Assisi, il cui programma e' stato oggi formalmente ufficializzato. Assisi e l'Umbria, dunque, si preparano ad accogliere Papa Francesco con l'affetto di cui la nostra comunita' e' capace''. E' quanto ha affermato la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, dopo l'ufficializzazione del programma della visita che il Papa compira' ad Assisi, la prima in Umbria.

''Emerge dal programma - ha aggiunto la presidente - la volonta' di sottolineare ed esaltare quei valori di attenzione verso gli ultimi che, grazie a San Francesco ed alla comunita' francescana, hanno ormai profondamente segnato e forgiato l'identita' stessa dell'Umbria e degli umbri, e non solo sotto il profilo della spiccata religiosita' e spiritualita' della nostra comunita', ma anche la stessa coscienza civile di questa terra''.

''Per la prima volta, infatti un Papa si rechera' in visita nella Sala della Spoliazione, dove Francesco si spoglio' dei suoi abiti a testimonianza della sua rinuncia ad ogni bene materiale. Una scelta che ha sicuramente un altissimo valore simbolico della volonta' di Papa Francesco di richiamare i valori piu' profondi dello spirito francescano, la poverta', l'umilta', l'accoglienza e la responsabilita' verso il ''creato'. Non e' un caso, dunque - ha aggiunto - se in Umbria abbiamo potuto realizzare, grazie ad un positivo spirito di collaborazione e cooperazione tra istituzioni pubbliche e la Chiesa umbra, un modello di accoglienza degli immigrati che in questi anni sono dovuti fuggire dai propri Paesi in guerra o segnati da terribili violenze, e cercare nel nostro Paese un luogo piu' sicuro''.

''E' stata ed e' questa una esperienza positiva - ha concluso Marini - che vede lavorare congiuntamente la Regione Umbria, le amministrazioni locali, le strutture della Caritas e del volontariato laico come l'Arci, per realizzare quell'accoglienza a cui lo stesso Papa Francesco ci ha piu' volte esortato e che e' caratterizzata proprio da un profondo spirito di solidarieta' e di responsabilita' in un quadro di sicurezza e regole convivenza civile''. pg/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Immigrati
A Pozzallo sbarcati 573 migranti: duecento soccorsi in ipotermia
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni