lunedì 23 gennaio | 22:16
pubblicato il 02/set/2013 15:52

Papa: Marini, programma esalta valori che segnano identita' dell'Umbria

(ASCA) - Perugia, 2 set - ''Sara' certamente una visita importante e di straordinario significato quella di Papa Francesco il prossimo 4 ottobre ad Assisi, il cui programma e' stato oggi formalmente ufficializzato. Assisi e l'Umbria, dunque, si preparano ad accogliere Papa Francesco con l'affetto di cui la nostra comunita' e' capace''. E' quanto ha affermato la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, dopo l'ufficializzazione del programma della visita che il Papa compira' ad Assisi, la prima in Umbria.

''Emerge dal programma - ha aggiunto la presidente - la volonta' di sottolineare ed esaltare quei valori di attenzione verso gli ultimi che, grazie a San Francesco ed alla comunita' francescana, hanno ormai profondamente segnato e forgiato l'identita' stessa dell'Umbria e degli umbri, e non solo sotto il profilo della spiccata religiosita' e spiritualita' della nostra comunita', ma anche la stessa coscienza civile di questa terra''.

''Per la prima volta, infatti un Papa si rechera' in visita nella Sala della Spoliazione, dove Francesco si spoglio' dei suoi abiti a testimonianza della sua rinuncia ad ogni bene materiale. Una scelta che ha sicuramente un altissimo valore simbolico della volonta' di Papa Francesco di richiamare i valori piu' profondi dello spirito francescano, la poverta', l'umilta', l'accoglienza e la responsabilita' verso il ''creato'. Non e' un caso, dunque - ha aggiunto - se in Umbria abbiamo potuto realizzare, grazie ad un positivo spirito di collaborazione e cooperazione tra istituzioni pubbliche e la Chiesa umbra, un modello di accoglienza degli immigrati che in questi anni sono dovuti fuggire dai propri Paesi in guerra o segnati da terribili violenze, e cercare nel nostro Paese un luogo piu' sicuro''.

''E' stata ed e' questa una esperienza positiva - ha concluso Marini - che vede lavorare congiuntamente la Regione Umbria, le amministrazioni locali, le strutture della Caritas e del volontariato laico come l'Arci, per realizzare quell'accoglienza a cui lo stesso Papa Francesco ci ha piu' volte esortato e che e' caratterizzata proprio da un profondo spirito di solidarieta' e di responsabilita' in un quadro di sicurezza e regole convivenza civile''. pg/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Stop alla caccia di tordi e beccacce
Stop alla caccia di tordi e beccacce, appello delle associazioni
Maltempo
Maltempo, Sicilia in ginocchio: un morto nel Palermitano
Rigopiano
Hotel Rigopiano, bilancio sale a 7 vittime: ancora 22 i dispersi
Campidoglio
Roma, riparte maratona bilancio. Ok a emendamenti Giunta Raggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4