venerdì 20 gennaio | 09:05
pubblicato il 29/ott/2013 11:31

Papa: la speranza non e' ottimismo ma una virtu' rischiosa

Papa: la speranza non e' ottimismo ma una virtu' rischiosa

(ASCA) - Citta' del Vaticano, 29 ott - ''La speranza non e' un ottimismo, non e' quella capacita' di guardare le cose con buon animo e andare avanti. No, quello e' ottimismo, non e' speranza. Ne' la speranza e' un atteggiamento positivo davanti alle cose. Quelle persone luminose, positive ma questo e' buono, eh! Ma non e' la speranza''. Lo ha detto papa Francesco nell'omelia, pubblicata da Radio Vaticana, della messa celebrata stamane a Santa Marta.

''Non e' facile capire cosa sia la speranza - ha osservato Francesco - Si dice che e' la piu' umile delle tre virtu', perche' si nasconde nella vita.

La fede si vede, si sente, si sa cosa e'. La carita' si fa, si sa cosa e'. Ma cosa e' la speranza? Cosa e' questo atteggiamento di speranza? Per avvicinarci un po', possiamo dire in primo che la speranza e' un rischio, e' una virtu' rischiosa, e' una virtu', come dice San Paolo 'di un'ardente aspettativa verso la rivelazione del Figlio di Dio'. Non e' un'illusione''.

Avere speranza, ha aggiunto il papa, e' proprio questo: ''essere in tensione verso questa rivelazione, verso questa gioia che riempira' la nostra bocca di sorrisi''. San Paolo, ha detto ancora, tiene a sottolineare che la speranza non e' ottimismo, ''e' di piu'''. E' ''un'altra cosa differente''. I primi cristiani, ha ricordato il papa, la ''dipingevano come un'ancora: la speranza era un'ancora, un'ancora fissa nella riva'' dell'Aldila'. E la nostra vita e' proprio camminare verso quest'ancora.

''Una cosa - ha proseguito Francesco - e' vivere nella speranza, perche' nella speranza siamo salvati e un'altra cosa e' vivere come buoni cristiani, non di piu'. Vivere in attesa della rivelazione o vivere bene con i comandamenti, essere ancorati nella riva di la' o parcheggiati nella laguna artificiale. Penso a Maria, una ragazza giovane, quando, dopo che lei ha sentito che era mamma e' cambiato il suo atteggiamento e va, aiuta e canta quel cantico di lode.

Quando una donna rimane incinta e' donna, ma non e' mai (solo) donna: e' mamma. E la speranza ha qualcosa di questo.

Ci cambia l'atteggiamento: siamo noi, ma non siamo noi; siamo noi, cercando la', ancorati la'''.

dab/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Valanga hotel Rigopiano, recuperata una vittima
Maltempo
Valanga su hotel, circa 30 dispersi: "Diversi i morti"
Maltempo
Valanga su hotel, vigili fuoco: distrutto, parti non esistono più
Maltempo
Prot. Civile: due le vittime accertate all'Hotel Rigopiano
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale