martedì 28 febbraio | 04:26
pubblicato il 03/mag/2012 16:08

Papa in visita al Gemelli: nella scienza inquietanti risvolti

L'allarme del Pontefice nella visita lampo di appena un'ora

Papa in visita al Gemelli: nella scienza inquietanti risvolti

Roma, (askanews) - Una visita lampo, di appena un'ora, quella di Papa Benedetto XVI all'Università Cattolica del Sacro Cuore "Agostino Gemelli" in occasione del 50esimo anniversario della Facoltà di medicina e chirurgia. Il tempo per un breve discorso sul rapporto tra scienza e fede."In questa circostanza - ha detto il Papa - vorrei offrire qualche riflessione. Il nostro è un tempo in cui le scienze sperimentali hanno trasformato la visione del mondo e la stessa autocomprensione dell'uomo. Le molteplici scoperte, le tecnologie innovative che si susseguono a ritmo incalzante sono ragioni di motivato orgoglio ma spesso non sono prive di inquietanti risvolti".Alla cerimonia erano presenti anche il presidente della Camera, Gianfranco Fini, con cui il Papa ha scambiato qualche parola durante il baciamano, i ministri Renato Balduzzi, Lorenzo Ornaghi e Pietro Giarda.

Gli articoli più letti
Biotestamento
Marco Cappato: Fabo è morto alle 11.40
Criminalità
Rapine ed estorsioni a Napoli, 47 misure cautelari
Maltempo
Allerta Protezione civile: pioggia e venti forti al Centro-Nord
'Ndrangheta
'Ndrangheta, sequestrati a imprenditore colluso beni per 2,5 mln
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech