venerdì 09 dicembre | 12:55
pubblicato il 13/mar/2015 08:53

Papa: immigrati, non giriamoci dall'altra parte davanti al male

Intervista nel secondo anniversario di pontificato

Papa: immigrati, non giriamoci dall'altra parte davanti al male

Città del Vaticano, 13 mar. (askanews) - Il Papa, proprio perché figlio di migranti, si sente spontaneamente portato a dare voce alle vittime della tratta e di una società ingiusta. Lo afferma lo stesso Francesco in un'intervista concessa nell'anniversario del secondo anno di pontificato alla giornalista Valentina Alazraki dell'emittente messicana Televisa e riportata dalla Radio vaticana.anche se - nota Francesco - sarebbe infantile attribuire le responsabilità soltanto ai governi. Bisogna imparare a non girarsi dall'altra parte di fronte ai mali del mondo e questo riguarda ciascuno di noi. L'impegno dei cattolici nei confronti degli ultimi richiede un esercizio di prossimità. E' il terreno sul quale la Chiesa viene sfidata dalle sette e dai movimenti evangelici, soprattutto in America Latina.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Immigrati
A Pozzallo sbarcati 573 migranti: duecento soccorsi in ipotermia
Papa
Papa: prego per bambini, famiglie che fanno fatica e lavoratori
Roma
Trovato a Roma cadavere,potrebbe essere giovane cinese scomparsa
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
L'armonia di Umbria jazz sposa l'eccellenza dei vini di Orvieto
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina