lunedì 23 gennaio | 03:37
pubblicato il 17/mag/2013 11:33

Papa: il problema non e' il peccato ma e' essere 'corrotti'

(ASCA) - Citta' del Vaticano, 17 mag - Il vero problema per l'uomo non e' essere peccatori ma ''corrotti'', cioe' non voler lasciarsi trasformare dall'amore del Cristo. Questo il pensiero di papa Francesco espresso stamane nel corso dell'omelia pronunciata nella Chiesa di Santa Marta di fronte ad alcuni dipendenti dei Musei Vaticani. Al centro dell'omelia, riferisce la Radio Vaticana, la fine del Vangelo di Giovanni proposto dalla liturgia odierna in cui Gesu' risorto, per tre volte, chiede a Pietro se lo ama: ''un dialogo d'amore, fra il Signore e il suo discepolo'', ha detto il papa.

Un Pietro ''che si credeva bravo'' ed anche ''focoso'' quando vuole difendere Gesu' con la spada, prima del suo arresto, ma che poi non lo capisce in pieno e rifiuta la sua croce rinnegandolo per tre volte. Ma Pietro e' anche ''un grande uomo'' pur se ''peccatore''. Cosi' quando, ha spiegato il papa, ''Pietro rimase addolorato che per la terza volta Gesu' gli domandasse: ''Mi vuoi bene?'''. In ''questo dolore, in questa vergogna'' c'e' la grandezza di Pietro. ''Ma il Signore gli fa sentire, a lui e anche a noi, che tutti siamo peccatori. Il problema - ha voluto sottolinearea papa Francesco - non e' essere peccatori: il problema e' non pentirsi del peccato, non avere vergogna di quello che abbiamo fatto. Quello e' il problema. E Pietro ha questa vergogna, ha umilta'. Il peccato di Pietro, e' un fatto che con il cuore grande che aveva Pietro, lo porta ad un incontro nuovo con Gesu', alla gioia del perdono''.

''Ma Pietro era peccatore, ma non corrotto. - ha insistito il pontefice - Peccatori, si', tutti: corrotti, no''. Il papa, spiegando le sue parole, ha voluto anche rivelare un aneddoto: ''Una volta - ha detto - ho saputo di un prete, un buon parroco che lavorava bene; e' stato nominato vescovo, e lui aveva vergogna perche' non si sentiva degno, aveva un tormento spirituale. E se n'e' andato dal confessore. Il confessore lo ha sentito e gli ha detto: ''Ma non ti spaventare. Se con quella grossa che ha fatto Pietro, lo hanno fatto Papa, tu vai avanti!'. E' che il Signore e' cosi'. Il Signore - ha concluso - ci fa maturare con tanti incontri con Lui, anche con le nostre debolezze, quando le riconosciamo, con i nostri peccati''.

gc/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Valanga hotel Rigopiano, il numero dei dispersi sale a 24
Terremoti
Enel: diga Campotosto sicura ma deciso un ulteriore svuotamento
Terremoti
Terremoto, pres. Grandi rischi: dighe Campotosto rischio Vajont
Maltempo
Hotel Rigopiano, Curcio: c'è speranza di trovare dispersi vivi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4