martedì 28 febbraio | 03:25
pubblicato il 17/mag/2013 11:47

Papa: il problema non e' il peccato ma e' essere ''corrotti''

Papa: il problema non e' il peccato ma e' essere ''corrotti''

(ASCA) - Citta' del Vaticano, 17 mag - Il vero problema per l'uomo non e' essere peccatori ma ''corrotti'', cioe' non voler lasciarsi trasformare dall'amore del Cristo. Questo il pensiero di papa Francesco espresso stamane nel corso dell'omelia pronunciata nella Chiesa di Santa Marta di fronte ad alcuni dipendenti dei Musei Vaticani. Al centro dell'omelia, riferisce la Radio Vaticana, la fine del Vangelo di Giovanni proposto dalla liturgia odierna in cui Gesu' risorto, per tre volte, chiede a Pietro se lo ama: ''un dialogo d'amore, fra il Signore e il suo discepolo'', ha detto il papa.

Un Pietro ''che si credeva bravo'' ed anche ''focoso'' quando vuole difendere Gesu' con la spada, prima del suo arresto, ma che poi non lo capisce in pieno e rifiuta la sua croce rinnegandolo per tre volte. Ma Pietro e' anche ''un grande uomo'' pur se ''peccatore''. Cosi' quando, ha spiegato il papa, ''Pietro rimase addolorato che per la terza volta Gesu' gli domandasse: ''Mi vuoi bene?'''. In ''questo dolore, in questa vergogna'' c'e' la grandezza di Pietro. ''Ma il Signore gli fa sentire, a lui e anche a noi, che tutti siamo peccatori. Il problema - ha voluto sottolinearea papa Francesco - non e' essere peccatori: il problema e' non pentirsi del peccato, non avere vergogna di quello che abbiamo fatto. Quello e' il problema. E Pietro ha questa vergogna, ha umilta'. Il peccato di Pietro, e' un fatto che con il cuore grande che aveva Pietro, lo porta ad un incontro nuovo con Gesu', alla gioia del perdono''.

''Ma Pietro era peccatore, ma non corrotto. - ha insistito il pontefice - Peccatori, si', tutti: corrotti, no''. Il papa, spiegando le sue parole, ha voluto anche rivelare un aneddoto: ''Una volta - ha detto - ho saputo di un prete, un buon parroco che lavorava bene; e' stato nominato vescovo, e lui aveva vergogna perche' non si sentiva degno, aveva un tormento spirituale. E se n'e' andato dal confessore. Il confessore lo ha sentito e gli ha detto: ''Ma non ti spaventare. Se con quella grossa che ha fatto Pietro, lo hanno fatto Papa, tu vai avanti!'. E' che il Signore e' cosi'. Il Signore - ha concluso - ci fa maturare con tanti incontri con Lui, anche con le nostre debolezze, quando le riconosciamo, con i nostri peccati''.

gc/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Biotestamento
Marco Cappato: Fabo è morto alle 11.40
Criminalità
Rapine ed estorsioni a Napoli, 47 misure cautelari
Maltempo
Allerta Protezione civile: pioggia e venti forti al Centro-Nord
'Ndrangheta
'Ndrangheta, sequestrati a imprenditore colluso beni per 2,5 mln
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech