domenica 22 gennaio | 23:54
pubblicato il 28/mag/2013 13:53

Papa: il 2 giugno in collegamento con tutte le diocesi del mondo

Papa: il 2 giugno in collegamento con tutte le diocesi del mondo

(ASCA) - Citta' del Vaticano, 28 mag - Per un'ora, il 2 giugno prossimo, il mondo cattolico si colleghera' per un'ora con Roma e con papa Francesco per una ''adorazione Eucaristica'' planetaria. Un evento unico nella storia della Chiesa che, ora della Citta' Eterna, si svolgera' dalle 17 alle 18 e trovera' luogo fisico di unita' nella Basilica di San Pietro dove il pontefice si raccogliera' in una preghiera silenziosa con lo sguardo sul mondo. ''Abbiamo scelto come espressione per dare significato a questo evento: 'Un solo Signore, una sola fede', - ha spigato oggi in una conferenza stampa in Vaticano mons. Rino Fisichella, Presidente del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione - per testimoniare il senso di profonda unita' che caratterizza questo momento.

Sara' un evento che per la prima volta si realizza nella storia della Chiesa e abbiamo motivo di definirlo 'storico'''. Infatti, ha spiegato il vescovo ''le cattedrali del mondo per un'ora saranno sincronizzate sull'ora di Roma e saranno in comunione con il Papa nell'Adorazione Eucaristica''. Fino ad oggi sono giunte ''adesioni massicce'' si fa sapere dal Vaticano anche se, in alcuni paesi come la Cina e la Siria non si sa' ancora se il collegamento ci potra' essere.

Comunque, ad aderire, sono gia' state intere conferenze episcopali, parrocchie, congregazioni religiose, specialmente i monasteri di clausura, e le associazioni. ''Difficile dare il numero esatto, - ha poi spiegato mons. Fisichella - ma sono certamente migliaia e migliaia le adesioni''. Questo mentre ad oggi la presenza di pellegrini a Roma per celebrare l'Anno della Fede voluto da papa Ratzinger hanno raggiunto il ragguardevole numero di circa 4 milioni e 300 mila pellegrini. Il 2 giugno, ogni parte del pianeta, dalle Isole Cook, Samoa e Honolulu a Reykiavik in Islanda, dal Sudafrica, al Vietnam fino all'Oceania saranno collegate in questa invisibile rete che potra' contare anche su alcune intenzioni di preghiera volute dal papa stesso. Una sara' rivolta alla Chiesa nel mondo perche' possa sempre essere ''apportatrice di misericordia e provocare un rinnovato impegno nell'amore'' e per ''quanti nelle diverse parti del mondo vivono la sofferenza di nuove schiavitu' e sono vittime delle guerre, della tratta delle persone, del narcotraffico e del lavoro 'schiavo', per i bambini e le donne che subiscono ogni forma di violenza''. Ma papa Francesco non ha mancato di pregare insieme anche ''per tutti coloro, inoltre, che si trovano nella precarieta' economica, soprattutto i disoccupati, gli anziani, gli immigrati, i senzatetto, i carcerati e quanti sperimentano l'emarginazione''.

gc/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Valanga hotel Rigopiano, il numero dei dispersi sale a 24
Terremoti
Terremoto, pres. Grandi rischi: dighe Campotosto rischio Vajont
Terremoti
Enel: diga Campotosto sicura ma deciso un ulteriore svuotamento
Maltempo
Hotel Rigopiano, Curcio: c'è speranza di trovare dispersi vivi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4