venerdì 09 dicembre | 03:58
pubblicato il 02/ott/2013 11:20

Papa: Dio non e' giudice spietato ma ci aspetta sempre a braccia aperte

Papa: Dio non e' giudice spietato ma ci aspetta sempre a braccia aperte

(ASCA) - Citta' del Vaticano, 2 ott - ''Nella Chiesa, il Dio che incontriamo non e' un giudice spietato, ma e' come il Padre della parabola evangelica. Puoi essere come il figlio che ha lasciato la casa, che ha toccato il fondo della lontananza da Dio. Quando hai la forza di dire: voglio tornare in casa, troverai la porta aperta, Dio ti viene incontro perche' ti aspetta sempre. Dio ti abbraccia, ti bacia e fa festa. Cosi' e' la tenerezza di nostro Padre''. Lo ha detto papa Francesco nella catechesi durante l'udienza generale in piazza San Pietro.

''Il Signore - ha aggiunto Francesco - ci vuole parte di una Chiesa che sa aprire le braccia per accogliere tutti, che non e' la casa di pochi, ma la casa di tutti, dove tutti possono essere rinnovati, trasformati, santificati dal suo amore, i piu' forti e i piu' deboli, i peccatori, gli indifferenti, coloro che si sentono scoraggiati e perduti''.

dab/cam

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Immigrati
A Pozzallo sbarcati 573 migranti: duecento soccorsi in ipotermia
Papa
Papa: prego per bambini, famiglie che fanno fatica e lavoratori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni