domenica 22 gennaio | 19:40
pubblicato il 17/dic/2013 11:25

Papa: Dio non ci lascia mai soli, cammina sempre con noi

Papa: Dio non ci lascia mai soli, cammina sempre con noi

(ASCA) - Citta' del Vaticano, 17 dic - Dio mai ci lascia soli, ma sempre cammina con noi. Papa Francesco, nell'omelia della messa celebrata stamane a Santa Marta, ha preso spunto dal Vangelo odierno, incentrato sulla genealogia di Gesu', per soffermarsi sulla presenza del Signore nella nostra vita: ''Qualcuno una volta ho sentito che diceva: 'Ma questo brano del Vangelo sembra l'elenco telefonico' E no, e' tutt'altra cosa: questo brano del Vangelo e' pura storia e ha un argomento importante. E' pura storia, perche' Dio, come diceva San Leone Papa, Dio ha inviato il suo Figlio. E Gesu' e' consustanziale al Padre, Dio, ma anche consustanziale alla Madre, una donna. E questa e' quella consustanzialita' della Madre. Dio si e' fatto storia. Dio ha voluto farsi storia. E' con noi. Ha fatto il cammino con noi''.

Dopo il primo peccato nel Paradiso, ha sottolineato il papa, ''Lui ha avuto questa idea: fare il cammino con noi''.

Ha chiamato Abramo, ''il primo nominato in questa lista'' e ''lo ha invitato a camminare''. E Abramo ''ha incominciato quel cammino''. E poi Isacco Giacobbe, Giuda. ''E cosi' va questo cammino nella storia''. Dio, ha affermato il Papa, ''cammina con il suo popolo. Dio non ha voluto venire a salvarci senza storia. Lui ha voluto fare storia con noi''.

Una storia, ha rilevato, ''che va dalla santita' al peccato.

In questo elenco ci sono santi'' ma ''in questo elenco ci sono anche i peccatori''. ''I peccatori di alto livello, - ha spiegato Francesco - che hanno fatto peccati grossi. E Dio ha fatto storia con loro. Peccatori, che non hanno risposto a tutto quello che Dio pensava per loro. Pensiamo a Salomone, tanto grande, tanto intelligente, e fini', poveraccio, li', che non sapeva come si chiamava! Ma Dio era con lui. E questo e' il bello, no? Dio e' consustanziale a noi. Fa storia con noi. Di piu': quando Dio vuol dire chi e', dice 'Io sono il Dio di Abramo, di Isacco e Giacobbe'. Ma qual e' il cognome di Dio? Siamo noi, ognuno di noi. Lui prende da noi il nome per farlo il suo cognome.

''Io sono il Dio di Abramo, di Isacco, di Giacobbe, di Pedro, di Marietta, di Armony, di Marisa, di Simone, di tutti' Da noi prende il cognome. Il cognome di Dio e' ognuno di noi''.

dab/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Valanga hotel Rigopiano, il numero dei dispersi sale a 24
Maltempo
Rigopiano: si continua a scavare sotto la pioggia. Rischio slavine
Papa
Papa: vedremo cosa farà Trump. Mi preoccupa sproporzione economica
Maltempo
Hotel Rigopiano, Curcio: c'è speranza di trovare dispersi vivi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4