martedì 28 febbraio | 09:46
pubblicato il 28/nov/2013 12:51

Papa: dialogare non significa rinunciare a propria identita'

(ASCA) - Citta' del Vaticano, 28 nov - ''Dialogare non significa rinunciare alla propria identita' quando si va incontro all'altro, e nemmeno cedere a compromessi sulla fede e sulla morale cristiana''. Lo ha detto papa Francesco ricevendo stamane in udienza, nella Sala Clementina del Palazzo Apostolico Vaticano, i partecipanti alla Plenaria del Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso.

Al contrario, ha aggiunto il papa, '''la vera apertura implica il mantenersi fermi nelle proprie convinzioni piu' profonde, con un'identita' chiara e gioiosa' e per questo aperta a comprendere le ragioni dell'altro, capace di relazioni umane rispettose, convinta che l'incontro con chi e' diverso da noi puo' essere occasione di crescita nella fratellanza, di arricchimento e di testimonianza''. E' per questo motivo che, ha concluso il papa, ''dialogo interreligioso ed evangelizzazione non si escludono, ma si alimentano reciprocamente''.

dab/res

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Biotestamento
Marco Cappato: Fabo è morto alle 11.40
Maltempo
Allerta Protezione civile: pioggia e venti forti al Centro-Nord
Droga
Maxi operazione antidroga allo Zen di Palermo: 24 arresti
Terremoti
Sisma Centro Italia, Errani: grandissimo rischio spopolamento
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Barcellona: droni, 5G e telefoni vintage al Mobile World Congress
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech