giovedì 19 gennaio | 14:33
pubblicato il 06/dic/2013 11:47

Papa: dare anche 'fastidio' a Dio finche' non ci ascolta

Papa: dare anche 'fastidio' a Dio finche' non ci ascolta

(ASCA) - Citta' del Vaticano, 6 dic - Insistenza ai limiti del fastidio, ma anche una incrollabile certezza: Dio, alla fine, esaudira' le nostre preghiere. Questo l'invito rivolto da papa Francesco, per una preghiera profonda ma anche insistente per ottenere cio' che si chiede. Il papa ne ha parlato nel corso dell'omelia di stamane nella Cappella della residenza di Santa Marta, commentando il Vangelo proposto oggi dalla liturgia. Cosi' come riporta la Radio Vaticana, il pontefice ha messo l'accento sulla preghiera che deve avere due atteggiamenti: ''bisognosa'' e, allo stesso tempo, ''sicura'' del fatto che Dio, nei suoi tempi e nei suoi modi, esaudira' il bisogno. Non e' la prima volta che papa Francesco invita a pregare con insistenza ma questa volta si e' spinto fino a chiedere che si dia quasi 'fastidio' a Dio.

Ne e' la prova il brano evangelico di oggi che racconta di due ciechi che gridano dietro a Gesu' il loro bisogno di essere guariti. Gesu' stesso, ricorda Papa Francesco, ci ha insegnato a pregare come ''l'amico fastidioso'' che mendica del cibo a mezzanotte, o come ''la vedova col giudice corrotto''.

''Non so se forse questo suona male, ma pregare e' un po' dare fastidio a Dio, perche' ci ascolti. - ha detto il pontefice nell'omelia - Ma, il Signore lo dice: come l'amico a mezzanotte, come la vedova al giudice... E' attirare gli occhi, attirare il cuore di Dio verso di noi... E questo lo hanno fatto anche quei lebbrosi che gli si avvicinarono: ''Se tu vuoi, puoi guarirci!'. Lo hanno fatto con una certa sicurezza. Cosi', Gesu' ci insegna a pregare. Quando noi preghiamo, pensiamo a volte: ''Ma, si', io dico questo bisogno, lo dico al Signore una, due, tre volte, ma non con tanta forza''. ''Poi mi stanco di chiederlo e mi dimentico di chiederlo.

Questi gridavano e non si stancavano di gridare. Gesu' ci dice: ''Chiedete', ma anche ci dice: ''Bussate alla porta', e chi bussa alla porta fa rumore, disturba, da' fastidio''.

D'altro canto, ha aggiunto ancora papa Francesco, ''la preghiera ha questi due atteggiamenti: e' bisognosa ed e' sicura. Preghiera bisognosa sempre: la preghiera, quando noi chiediamo qualcosa, e' bisognosa: 'Ho questo bisogno, ascoltami, Signore'. Ma anche, quando e' vera, e' sicura: ''Ascoltami! Io credo che tu possa farlo perche' tu lo hai promesso'''.

gc/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Valanga hotel Rigopiano, recuperata una vittima
Maltempo
Valanga su hotel, circa 30 dispersi: "Diversi i morti"
Terremoti
Sisma centro Italia, Ingv: oltre 100 scosse, 4 sopra magnitudo 5
Maltempo
Valanga su hotel, vigili fuoco: distrutto, parti non esistono più
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ricerca, molti batteri presenti nel neonato vengono dalla madre
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Allarme Clima, il 2016 è stato l'anno più caldo di sempre
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Cern, LHC: Federico Antinori (Infn) responsabile esperimento Alice
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale