sabato 10 dicembre | 22:22
pubblicato il 05/dic/2013 13:22

Papa: crea commissione per protezione bambini vittime abusi

Papa: crea commissione per protezione bambini vittime abusi

(ASCA) - Citta' del Vaticano, 5 dic - Papa Francesco ha deciso di creare una commissione specifica per la protezione dei bambini vittime degli abusi. Lo ha annunciato card. Sean Patrick O'Malley, arcivescovo di Boston, nel briefing con la stampa al termine della sessione mattutina del Consiglio degli 8 cardinali. ''Continuando con decisione nella linea intrapresa da Benedetto XVI e accogliendo una proposta avanzata dagli 8 cardinali del Consiglio - ha spiegato il card. O'Malley - papa Francesco ha deciso di costituire una specifica commissione per la protezione dei fanciulli con la finalita' di consigliare papa Francesco circa l'impegno della Santa Sede per la protezione dei fanciulli e l'attenzione pastorale per le vittime degli abusi''. ''Specificamente, - ha spiegato o'Malley - dovra' riferire circa lo stato attuale dei programmi per la protezione dell'infanzia, formulare suggerimenti per nuove iniziative da parte della Curia in collaborazione con vescovi, conferenze episcopali, superiori religiosi e conferenze di superiori religiosi; proporre nomi di persone adatte per la sistematica attuazione di questa nuova iniziativa, includendo laici, religiosi, religiose, sacerdoti con competenza nella sicurezza dei fanciulli, nei rapporti con le vittime, nella salute mentale, nell'applicazione delle leggi eccetera''. La composizione e le competenze della commissione, ha detto il porporato, ''verranno indicate prossimamente con maggiore dettaglio dal Santo Padre, con documento appropriato''. Ma fra le possibili responsabilita' della commissione, ha proseguito il card. O'Malley, ''ci saranno le linee guida per la protezione dei bambini, lo sviluppo e estensione di norme, procedure e strategie per la protezione dei bambini e la prevenzione di abusi sui minori''. E inoltre ''programmi di formazione per bambini, genitori, tutti coloro che lavorano con minori, di catechisti, la formazione di seminaristi, la formazione permanente dei sacerdoti; protocolli per la sicurezza dell'ambiente, codici di condotta professionale, attestazione di idoneita' al ministero sacerdotale, screening e controllo della fedina penale, stato dell'azione delle richieste di valutazione psichiatrica; cooperazione con le autorita' civili, segnalazione dei reati, attenzione alle leggi civili, comunicazioni riguardanti il clero dichiarato colpevole; pastorale in supporto delle vittime e dei familiari, assistenza spirituale, servizi di salute mentale; collaborazione con esperti nella ricerca e sviluppo della prevenzione degli abusi sui minori, psicologia, sociologia, scienze giudiziarie; collaborazione con vescovi e superiori religiosi, ottimizzazione della procedura, attuazione di leggi e linee guida, rapporto con i fedeli e con i mezzi di comunicazione; incontri con le vittime; supervisione e recupero dei chierici colpevoli di abusi''. dab/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Musica
Al Bano colpito da infarto e operato. "Ora sto bene"
Papa
Papa: cambiamenti climatici aggravati da negligenza umana
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina