domenica 11 dicembre | 09:19
pubblicato il 13/nov/2013 10:52

Papa: confessione non e' seduta in sala tortura ma festa battesimo

Papa: confessione non e' seduta in sala tortura ma festa battesimo

(ASCA) - Citta' del Vaticano, 13 nov - ''La confessione non e' una seduta in una sala di tortura ma una festa per festeggiare il giorno del battesimo''. Lo ha detto papa Francesco nella catechesi dell'udienza generale in piazza San Pietro.

''Quando andiamo a confessare le nostre debolezze e peccati - ha aggiunto il papa - andiamo a chiedere il perdono di Gesu' ma anche a rinnovare il battesimo. E' come festeggiare il giorno del battesimo''. La confessione, ha proseguito Francesco, e' necessaria ai battezzati per ''tenere pulita la veste bianca della nostra dignita' cristiana''. Al battesimo, infatti, e' ''legata la nostra fede nella remissione dei peccati. Il sacramento della penitenza e' come un secondo battesimo che rimanda sempre al primo per consolidarlo e rinnovarlo. In questo senso il giorno del nostro battesimo e' il punto di partenza di un cammino bellissimo verso Dio che dura tutta la vita e che e' continuamente sostenuto dal sacramento della penitenza''.

dab/sam/alf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Musica
Al Bano colpito da infarto e operato. "Ora sto bene"
Papa
Papa: cambiamenti climatici aggravati da negligenza umana
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina