martedì 24 gennaio | 13:03
pubblicato il 16/nov/2013 17:01

Papa: Chiesa non si senta gia' soddisfatta altrimenti si ammala

(ASCA) - Citta' del Vaticano, 16 nov - ''E' vitale per la Chiesa non chiudersi, non sentirsi gia' soddisfatta e sicura con quel che ha raggiunto. Se succede questo, la Chiesa si ammala, si ammala di abbondanza immaginaria, di abbondanza superflua, in certo modo 'fa indigestione' e si debilita''.

Lo afferma papa Francesco in un video-messaggio inviato ai partecipanti al Pellegrinaggio-Incontro presso il Santuario di Nostra Signora di Guadalupe, che si tiene a Citta' del Messico dal 16 fino al 19 novembre 2013, indetto in occasione dell'Anno della fede dalla Pontificia Commissione per l'America Latina.

''Bisogna uscire dalla propria comunita' e avere l'audacia di arrivare alle periferie esistenziali - ha aggiunto il papa - che hanno bisogno di sentire la vicinanza di Dio.

Lui non abbandona nessuno e mostra sempre la Sua tenerezza e la Sua misericordia inesauribile, quindi, questo e' cio' che bisogna portare a tutta la gente''.

dab/vlm/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Stop alla caccia di tordi e beccacce
Stop alla caccia di tordi e beccacce, appello delle associazioni
Rigopiano
Hotel Rigopiano, bilancio sale a 7 vittime: ancora 22 i dispersi
Campidoglio
Roma, riparte maratona bilancio. Ok a emendamenti Giunta Raggi
Bagnasco
Bagnasco: povertà si allarga. Subito reddito di inclusione
Altre sezioni
Salute e Benessere
Al via Peter Baby Bio, progetto toscano per omogeneizzati Km zero
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: strategia Ue premessa solido sviluppo attività
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4