lunedì 05 dicembre | 15:44
pubblicato il 13/set/2013 11:08

Papa: chiacchiere sono criminali perche' uccidono Dio e il prossimo

Papa: chiacchiere sono criminali perche' uccidono Dio e il prossimo

(ASCA) - Citta' del Vaticano, 13 set - ''Quelli che vivono giudicando il prossimo, parlando male del prossimo, sono ipocriti, perche' non hanno la forza, il coraggio di guardare i loro propri difetti''. Lo ha detto papa Francesco nell'omelia, pubblicata da Radio Vaticana, della messa celebrata stamane a Santa Marta.

''Il Signore - ha aggiunto il papa - non fa, su questo, tante parole. Poi dira', piu' avanti, che quello che ha nel suo cuore un po' d'odio contro il fratello e' un omicida.

Anche l'Apostolo Giovanni, nella sua prima Lettera, lo dice, chiaro: colui che odia suo fratello, cammina nelle tenebre; chi giudica il fratello, cammina nelle tenebre''.

Ogni volta che noi ''giudichiamo i nostri fratelli nel nostro cuore - ha proseguito Francesco - e peggio, quando ne parliamo di questo con gli altri siamo cristiani omicidi''.

''Un cristiano omicida - ha ribadito il papa - Non lo dico io, eh?, lo dice il Signore. E su questo punto, non c'e' posto per le sfumature. Se tu parli male del fratello, uccidi il fratello. E noi, ogni volta che lo facciamo, imitiamo quel gesto di Caino, il primo omicida della storia''.

dab/rus/rl

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari