lunedì 05 dicembre | 10:03
pubblicato il 11/feb/2013 18:53

Papa: Bersani, politica dovrebbe avere coraggio cambiamento per imparare

(ASCA) - Roma, 11 feb - La notizia ''l'ho vissuta con grandissima sorpresa. Chi conosce la vicenda storica della Chiesa non puo' vedere come questa decisione non sia di portata storica. Questo gesto compiuto da un pontefice di grandissima cultura teologica, messa sempre a servizio della grande tradizione della Chiesa. Un gesto per due volte storico. Perche' allude ad una specie di riforma, l'idea che il futuro non potra' essere come nel passato. Anche per la vita della Chiesa. Con questa scelta la posiziona nel tempo moderno, nelle condizioni nuove''. Lo dice il segretario del Pd e candidato premier del centrosinistra, Pierluigi Bersani, ai microfoni di Rainews 24. ''Una scelta personale ma anche scelta di riforma. Certamente c'e' un passaggio abbastanza drammatico in questa vicenda. Ricordiamo tutti come un grande Papa come fu Giovanni Paolo II abbia interpretato la vicenda del rapporto tra la sua vita terrena e la missione in un modo estremo. Direi che quella vicenda ha chiuso un'epoca e questa ne apre una nuova. - prosegue Bersani -. Significa affermare che la vita di un Pontefice non coincide con la scadenza della Chiesa universale. In fondo c'e' questo. E questo assomiglia davvero una riforma che forse, chissa', un Concilio forse non sarebbe riuscito a fare''. Un atteggiamento che secondo Bersani andrebbe declinato anche in politica. ''Non c'e' nulla a vita. La politica per imparare da questo dovrebbe trovare il coraggio del cambiamento e sapere che quel che e' stato fino a ieri non e' detto che debba essere cosi' anche domani. Poi non amo il paragone perche' stiamo parlando di cose non commensurabili. Nella vita della Chiesa il passaggio di oggi e' un passaggio che ha un respiro secolare''. Per Bersani il pontificato di Benedetto XVI ''ha mostrato di tendere a non avere un rapporto diretto di ingerenza o attenzione ravvicinata alle vicende politiche italiane. Questa e' una cosa importante. Un conto e' l'episcopato italiano un conto come si e' sempre mosso il Papa. Il tratto prevalente - continua Bersani - e' restato il profilo teologico piu' che pastorale. Non faccio valutazioni ma certamente nell'incrociare il senso della religione con la razionalita' occidentale Ratzinger e' stato portatore di messaggi molto sfidanti e impegnativi. Anche la sua ultima enciclica sui temi del sociali e sfidante. Dal lato della politica, quindi, e' stato un autorevolissimo interlocutore perche' sfidante su temi di fondo che appartengono alla storia dell'occidente. Sul piano pastorale - conclude - non sono uno che si permette di dare giudizi''. com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari