lunedì 27 febbraio | 06:17
pubblicato il 21/gen/2014 19:37

Papa: basta indifferenza verso profughi. Serve senso responsabilita'

(ASCA) - Citta' del Vaticano, 21 gen 2014 - ''Non possono lasciare indifferenti i numerosi profughi in cerca di condizioni di vita minimamente degne, che non solo non trovano accoglienza, ma non di rado vanno incontro alla morte in viaggi disumani''. Lo scrive papa Francesco nel messaggio inviato a Klaus Schwab, Fondatore e Presidente esecutivo del World Economic Forum, in occasione dell'apertura del 44* incontro annuale, domani, a Davos-Klosters (Svizzera).

''Sono consapevole che queste parole sono forti, persino drammatiche, - ha aggiunto il papa - tuttavia esse intendono sottolineare, ma anche sfidare, la capacita' di influire di codesto uditorio. Infatti, coloro che, con il loro ingegno e la loro abilita' professionale, sono stati capaci di creare innovazione e favorire il benessere di molte persone, possono dare un ulteriore contributo, mettendo la propria competenza al servizio di quanti sono tuttora nell'indigenza''.

Per questo Francesco ha richiamato ad ''un rinnovato, profondo ed esteso senso di responsabilita' da parte di tutti''.

dab/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Biotestamento
Dj Fabo in Svizzera, visite mediche per decidere l'eutanasia
Campidoglio
Roma, Colomban: progetto taglio partecipate senza licenziamenti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech