giovedì 08 dicembre | 01:43
pubblicato il 11/apr/2013 12:03

Papa: ascoltare Dio e seguire strada Gesu' ci rende liberi e felici

Papa: ascoltare Dio e seguire strada Gesu' ci rende liberi e felici

(ASCA) - Citta' del Vaticano, 11 apr - Ascoltare Dio ci rende liberi e ci dona quella felicita' che ''le proposte del mondo'' non possono garantire. E' quanto ha affermato papa Francesco questa mattina, riferisce Radio Vaticana, durante la messa presieduta nella Cappellina della Casa Santa Marta alla presenza di alcuni dipendenti dell'Osservatore Romano.

''Obbedire a Dio - ha affermato il papa - e' ascoltare Dio, avere il cuore aperto per andare sulla strada che Dio ci indica. L'obbedienza a Dio e' ascoltare Dio. E questo ci rende liberi''. Obbedire al Signore significa ascoltare la sua voce, come ha fatto Pietro, che, rivolgendosi ai farisei e agli scribi, ha detto: ''Io faccio quello che mi dice Gesu', non quello che voi volete che io faccia''. ''Nella nostra vita - ha aggiunto papa Francesco - sentiamo anche cose che non vengono da Gesu', che non vengono da Dio. Le nostre debolezze, a volte, ci portano su quella strada'' o in un altro percorso che prevede un duplice orientamento, una sorta di ''doppia vita'', alimentata da ''quello che ci dice Gesu''' e da ''quello che ci indica il mondo''. Ma cosa succede, ha chiesto il pontefice, quando ascoltiamo Gesu'? A volte quelli che fanno l'altra proposta, legata alle cose del mondo, ''si infuriano'' e la strada finisce nella persecuzione. Molti ascoltano quello che Gesu' chiede loro, tanti sono perseguitati. Molti con la loro vita testimoniano la volonta' di obbedire a Dio, di percorrere la strada che Gesu' indica loro.

E' questa la meta, ha spiegato Francesco, alla quale oggi la Chiesa ci esorta con questa Liturgia: ''Andare per la strada di Gesu'''. Si tratta di non sentire le proposte del mondo, ''proposte di peccato'' o di compromesso che ci allontanano dal Signore. ''Questo non ci rendera' felici''.

L'aiuto per percorrere la strada indicata da Gesu' e per obbedire a Dio possiamo trovarlo nello Spirito Santo. Dobbiamo essere coraggiosi e chiedere ''la grazia del coraggio'', il coraggio di dire: ''Signore, sono peccatore, alle volte obbedisco a cose mondane ma voglio obbedire a Te, voglio andare per la Tua strada''. Chiediamo questa grazia di andare sempre per la strada di Gesu'. E quando non lo facciamo, ha concluso il Papa, chiediamo perdono: ''Il Signore ci perdona, perche' Lui e' tanto buono''.

dab/res

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sicurezza
Gabrielli: militari non c'entrano con controllo territorio
Camorra
Intreccio camorra-politica: 11 arresti in Irpinia
Maltempo
Allerta protezione civile: pioggia e temporali sulla Sicilia
Droga
Frosinone, blitz antidroga di Polizia e Carabinieri: 50 arresti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni