sabato 03 dicembre | 21:07
pubblicato il 11/mag/2011 15:27

Palermo, scatta progetto interforze per controllo del territorio

Il questore: collaborazione tra polizia, carabinieri e Gdf

Palermo, scatta progetto interforze per controllo del territorio

Uno strumento in più per combattere la mafia e la criminalità a Palermo. Il questore del capoluogo siciliano Nicola Zito ha infatti presentato il "Progetto di controllo integrato del territorio", un'impostazione operativa unica in Italia che vede tutti i corpi di polizia impegnati fianco a fianco. Ogni mercoledì, i vertici cittadini di polizia di Stato, carabinieri, guardia di finanza e polizia municipale, si incontrano per definire le criticità di una determinata aera cittadina, e quindi operare per risolverle. Il progetto, partito ufficialmente lo scorso dicembre, in sei mesi ha portato all'arresto di 23 persone, a 156 sequestri e a un totale di sanzioni per oltre 600mila euro. Il progetto prevede poi, in una seconda fase, anche l'intervento delle aziende municipalizzate di Palermo con i relativi assessorati comunali di competenza.

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari