martedì 21 febbraio | 18:01
pubblicato il 03/nov/2011 20:20

Palermo, roccaforte di Riina diventerà un parco della memoria

Parte la riqualificazione di Fondo Uditore

Palermo, roccaforte di Riina diventerà un parco della memoria

Una roccaforte di Cosa Nostra diventerà un parco della memoria per le vittime delle mafie. Fondo Uditore è un polmone verde di sette ettari a nord di viale Regione Siciliana a Palermo; proprio a pochi metri da qui il 15 gennaio 1993 venne catturato Totò Riina. Il parco è passato poi nelle mani della Regione che ora lo ha consegnato al Corpo Forestale, che avrà il compito di farlo rinascere. Un progetto partito grazie ad una precisa volontà dei palermitani come spiega Pietro Tolomeo, comandante corpo forestale regionale.All'interno del giardino pubblico aperto a tutti sorgeranno un "Museo della Memoria e della legalità" dedicato alle vittime della mafia, una ludoteca, una biblioteca, punti di ristoro, percorsi ciclabili, orti sociali per gli anziani e didattici per bambini.

Gli articoli più letti
Omicidio Scazzi
Omicidio Scazzi, ergastolo per Sabrina Misseri e Cosima Serrano
Mafia
Chieti, operazione antimafia dei Carabinieri: 19 arresti
'Ndrangheta
'Ndrangheta, operazione Ros contro cosca Piromalli: 12 arresti
Taxi
Protesta taxi e ambulanti a Roma, bloccata via del Corso
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ictus, movimento e linguaggio tra le funzioni più colpite
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Olio extravergine, a Sol d'Oro Emisfero Nord Italia batte Spagna 12 a 3
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia