giovedì 08 dicembre | 01:12
pubblicato il 03/nov/2011 20:20

Palermo, roccaforte di Riina diventerà un parco della memoria

Parte la riqualificazione di Fondo Uditore

Palermo, roccaforte di Riina diventerà un parco della memoria

Una roccaforte di Cosa Nostra diventerà un parco della memoria per le vittime delle mafie. Fondo Uditore è un polmone verde di sette ettari a nord di viale Regione Siciliana a Palermo; proprio a pochi metri da qui il 15 gennaio 1993 venne catturato Totò Riina. Il parco è passato poi nelle mani della Regione che ora lo ha consegnato al Corpo Forestale, che avrà il compito di farlo rinascere. Un progetto partito grazie ad una precisa volontà dei palermitani come spiega Pietro Tolomeo, comandante corpo forestale regionale.All'interno del giardino pubblico aperto a tutti sorgeranno un "Museo della Memoria e della legalità" dedicato alle vittime della mafia, una ludoteca, una biblioteca, punti di ristoro, percorsi ciclabili, orti sociali per gli anziani e didattici per bambini.

Gli articoli più letti
Sicurezza
Gabrielli: militari non c'entrano con controllo territorio
Camorra
Intreccio camorra-politica: 11 arresti in Irpinia
Maltempo
Allerta protezione civile: pioggia e temporali sulla Sicilia
Droga
Frosinone, blitz antidroga di Polizia e Carabinieri: 50 arresti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni