domenica 26 febbraio | 09:28
pubblicato il 18/lug/2011 16:04

Palermo, riscuotevano pensioni di parenti morti: 441 denunciati

Operazione "Carissimo estinto" della Guardia di Finanza

Palermo, riscuotevano pensioni di parenti morti: 441 denunciati

Milano, 18 lug. (askanews) - Per l'anagrafe erano morti, anche da decenni, ma continuavano a riscuotere ancora la pensione. Svelato l'inganno, sono 441 le persone denunciate dalla Guardia di Finanza di Palermo nell'ambito dell'operazione denominata "carissimo estinto". A intascare le somme erano nella maggior parte dei casi parenti o congiunti, delegati dai titolari delle pensioni quando erano ancora in vita. La truffa è costata alle casse dell'Erario circa 800mila euro. Il metodo dei truffatori era ben oliato: o falsificavano la dichiarazione dell'esistenza in vita del titolare della pensione o non ne comunicavano mai il decesso. Fra i casi accertati dalle forze dell'ordine anche quello di una signora che per oltre 10 anni ha continuato a intascare la pensione della madre, dichiarandola "viva" ogni mese.

Gli articoli più letti
Roma
Spari davanti a discoteca di Roma: un fermato e un denunciato
Maltempo
Allerta temporali su Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia
Terrorismo
Isis, espulsi 2 tunisini: uno era tra i contatti di Amri
Papa
Papa ai parroci: siate vicini ai giovani che scelgono di convivere
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech